Catania, derby esterni: tabù dal primo marzo 2009

1 marzo 2009: l'esultanza di Peppe Mascara dopo la prodezza al

1 marzo 2009: l'esultanza di Peppe Mascara dopo la prodezza al "Renzo Barbera"  Fonte: CalcioCatania.com

Dopo lo 0-4 del Barbera di sette anni fa i rossazzurri non hanno più vinto un derby siciliano in trasferta...

DA PALERMO A SIRACUSA
Palermo, 1 marzo 2009: il Catania di Walter Zenga schianta i rosanero di Davide Ballardini con un sonoro 4-0 – vincendo, tra l’altro, per la prima volta al “Renzo Barbera” (già “La Favorita”) in una gara valevole per il campionato di Serie A – ignaro del fatto che da quel giorno avrebbe avuto inizio un digiuno che ancora persiste. Da quel glorioso pomeriggio di inizio primavera di quasi otto anni fa, l’Elefante rossazzurro non ha più vinto un derby siciliano in trasferta. Nelle successive nove trasferte siciliane, tra Serie A, B, Lega Pro e Coppa Italia, gli etnei hanno raccolto 5 pareggi e 4 sconfitte. Un digiuno acuito dall’amara sconfitta di sabato scorso a Siracusa, giunta dopo una serie utile in terra aretusea che durava dalla stagione 1951-52.

La clamorosa occasione fallita da Mazzarani 



AGRIGENTO E MESSINA LE PROSSIME TAPPE
Ricapitolando. Dopo l’apoteosi del Barbera, firmata dalle prodezze di Pablo Ledesma, Taka Morimoto, Beppe Mascara e Michele Paolucci, oltre dalle paratissime di Albano Bizzarri, nelle successive quattro esibizioni in terra palermitana sono arrivati due pareggi ed altrettante sconfitte. Il 22 novembre dello stesso anno, rosanero in vantaggio con Giulio Migliaccio, pareggio rossazzurro con Jorge Martinez per l’1-1 finale, fatale alla panchina di Walter Zenga (passato in estate proprio ai rosa) esonerato proprio al termine del match. Un anno più tardi, precisamente il 14 novembre 2010, giorno del ritorno dei tifosi catanesi al “Barbera” dopo quattro anni di assenza forzata per via dei fatti del 2 febbraio 2007, vittoria palermitana in virtù della tripletta di Pastore; di Terlizzi la rete del momentaneo 1-1. Altro 1-1 nell’aprile 2012: vantaggio etneo con Legrottaglie, pareggio palermitano di Miccoli con la complicità del portiere Carrizo. Altro 3-1 per i rosanero nella gara del 24 novembre 2012, nonché ultima esibizione degli etnei in quel di Palermo.

Sebastian Leto in rete al Provinciale di Trapani 



Dopo la ‘pausa’ della stagione 2013-14 – stagione, per il Catania, priva di derby siciliani – ecco il pirotecnico 2-2 di Trapani del 16 novembre 2014: doppio vantaggio granata con Abate e Basso, rimonta del Catania (di giallo vestito) grazie all’insolita giornata di grazia dell’argentino Sebastian Leto. Nella scorsa stagione altre due sconfitte e un pareggio. Si parte dalla gara contro l’Akragas, del 28 ottobre 2015, valida per la Coppa Italia di Lega Pro: 1-0 per i biancazzurri di mister Nicola Legrottaglie grazie alla reti di Leonetti. Zero a zero a Messina nel match di campionato del 15 novembre 2015 tra i peloritani di Arturo Di Napoli e gli etnei di Pippo Pancaro. Altra debacle in terra akragantina è quella dello scorso 20 marzo: 3-2 per i Giganti di mister Rigoli, trascinati dalle reti di Madonia, Di Grazia e Di Piazza, con il Catania di Moriero a leccarsi le ferite.

Akragas-Catania 3-2: Di Grazia 'fredda' Liverani 



Stesso andazzo anche per quanto concerne questa prima parte di stagione. Si parte dal 13 agosto 2016, sempre al “Nicola De Simone” di Siracusa, per la gara valevole per la Coppa Italia di Lega Pro, con gli etnei – in vantaggio con Michele Paolucci – raggiunti dagli aretusei con un rigore di Emanuele Catania e stoppati sull’1-1. Al “Franco Scoglio” di Messina, lo scorso 2 novembre, nel match valido per la coccarda di terza serie, altro pomeriggio siciliano amaro: 2-0 per i peloritano per via della doppietta di Giuseppe Madonia (ancora lui) con gli etnei eliminati dalla manifestazione. Infine, l’1-0 di Siracusa firmato da Filippo Scardina nella partita di sabato scorso che ha rinviato per la nona volta la vittoria esterna in un derby siciliano.

Messina, la prima rete di Giuseppe Madonia 



Per provare a sfatare questo tabù già nel corso di questa stagione il Catania ha ancora due chance, da giocare entrambe nel giro di una settimana: sabato 11 febbraio 2017 all’Esseneto contro l’Akragas (biancazzurri vittoriosi nella gara di andata con un beffardo 1-0) e sette giorni più tardi, il 25 febbraio, al “Franco Scoglio” di Messina. Nel dettaglio la striscia senza vittoria degli etnei nei derby siciliani post 1 marzo 2009:

2009-10: Palermo-Catania 1-1 (Serie A)
2010-11: Palermo-Catania 3-1 (Serie A)
2011-12: Palermo-Catania 1-1(Serie A)
2012-13: Palermo-Catania 3-1 (Serie A)
2014-15: Trapani-Catania 2-2 (Serie B)
2015-16: Akragas-Catania 1-0 (Coppa Italia – Lega Pro)
2015-16: Messina-Catania 0-0 (Lega Pro)
2015-16: Akragas-Catania 3-2 (Lega Pro)
2016-17: Siracusa-Catania 1-1 (Lega Pro)
2016-17: Messina-Catania 2-0 (Coppa Italia – Lega Pro)
2016-17: Siracusa-Catania 1-0 (Lega Pro)