Catania, dal 'tavolino' al prato verde

Una foto del match dello scorso 29 settembre

Una foto del match dello scorso 29 settembre  Foto: Nino Russo

La presentazione della sfida di domenica 27 gennaio al 'Massimino', tra i rossazzurri e il Rende

QUARTA DI RITORNO
Per la quarta giornata del girone di ritorno, del raggruppamento meridionale della Serie C, il Catania ospita il Rende, domenica 27 gennaio, allo stadio "Angelo Massimino". Si giocherà alle 20.30, la gara sarà arbitrata da Riccardo Annaloro, fischietto di Collegno, che avrà come assistenti Giuseppe Perrotti e Antonio Severino. I rossazzurri in classifica sono al terzo posto con 40 punti, a una sola lunghezza dal Trapani e a 10 dalla capolista Juve Stabia, fermata domenica scorsa dal pari a reti bianche sul campo del Potenza; i calabresi sono invece ottavi con 31 punti.

CATANIA: CON UN SARNO IN PIÙ
Dopo la sconfitta di domenica scorsa con il Siracusa nella prima gara ufficiale del nuovo anno, l’Elefante, nell’infrasettimanale di mercoledì, è tornato alla vittoria, pur se a tavolino, contro il Matera che non si è presentato al "Massimino" a causa dello sciopero dei calciatori lucani derivato dal mancato pagamento degli stipendi da parte della società. A risultato omologato (3-0) gli etnei hanno rosicchiato due punti alla Juve Stabia, due al Trapani e altrettanti al Catanzaro che viene scavalcato in classifica. Pertanto le vittorie dei rossazzurri adesso sono 12 (delle quali una a tavolino), 4 i pareggi e 4 anche le sconfitte. In casa i successi sono 8, compreso quello col Matera, nessun pareggio, una la sconfitta. Dopo gli arrivi di Carriero e Di Piazza, che hanno esordito in quel di Siracusa, il primo dall’inizio, gli etnei hanno accolto Vincenzo Sarno, proveniente dal Padova, con il quale è stato promosso tra i cadetti nel 2018, ed ex Foggia, dove conquistò la promozione in B l’anno prima.

RENDE: IN TERRA SICULA DUE SUCCESSI
Gli uomini di Ciccio Modesto, partiti col "botto" a inizio campionato ‒ tre vittorie di fila, poi le sconfitte con Catania, Juve Stabia e Potenza, dopo le quali collezionano ben 6 successi consecutivi ‒ non stanno vivendo un buon momento, hanno perso 4 volte nelle ultime cinque gare, le ultime tre consecutivamente, l’ultima vittoria è datata 12 dicembre, in occasione della sfida interna contro il Rieti. I biancorossi hanno conquistato 10 vittorie, 2 sono i pari, ben 9 le sconfitte: la prossima avversaria del Catania è la squadra che ha subito più k.o. tra le prime dieci del girone; in trasferta i calabresi hanno un buon rendimento: 5 successi (uno in più dei rossazzurri), a Pagani, Monopoli, Francavilla, Siracusa e Lentini, un pari, con la Cavese, e 4 sconfitte, con Juve Stabia, Matera, Trapani e Catanzaro. I silani nell’infrasettimanale sono stati sconfitti in casa dal Monopoli per 4-2. In settimana è arrivato il centrocampista Brignoli in prestito dall’Inter, mentre Gigliotti è stato ceduto alla Virtus Francavilla.

LA GARA D’ANDATA
La gara di andata con il Rende, disputata al "Lorenzon" il 29 settembre, segnò per il Catania l’esordio in questo campionato. I rossazzurri, in campo con la maglia gialla, passarono in vantaggio con Manneh dopo 13 minuti; pareggio di Awa al 31’ per i padroni di casa, gol vittoria di Silvestri all’83’ per gli ospiti, che conquistavano subito 3 punti.
Domenica al "Massimino" sarà in pratica la prima gara interna del 2019 per l’Elefante, in considerazione del fatto che mercoledì con il Matera non si è scesi in campo e la vittoria è arrivata solo a tavolino. Che il match d’andata con i rennitani sia di buon auspicio per tornare a vincere sul campo e che possa essere l’inizio di una serie di risultati utili per avvicinarsi al primo posto.