Catania-Viterbese 1-0: le dichiarazioni dei protagonisti

Andrea Mazzarani, in azione quest'oggi con la Viterbese

Andrea Mazzarani, in azione quest'oggi con la Viterbese  Foto: Nino Russo

Le parole dalla sala stampa del 'Massimino' di Gianmarco Distefano e Andrea Mazzarani

Distefano e Mazzarani nel post gara del "Massimino"

Gian Marco Distefano:
«È un’emozione grandissima esordire al "Massimino" con la maglia del Catania, nella città in cui sei nato e dopo aver fatto tutta la trafila del settore giovanile rossazzurro. Dedico questi minuti che ho fatto alla mia famiglia che ha fatto tanti sacrifici per portarmi a Torre del Grifo, soprattutto a mio papà che mi ha sempre seguito anche in trasferta. Sono una punta centrale, ma posso fare anche l’esterno. Preferisco giocare da punta centrale ma sono a disposizione del mister. Da tifoso ho seguito il Catania in tribuna e da raccattapalle a bodo campo. Nello spogliatoio per me sono un po’ tutti dei fratelli maggiori».

Andrea Mazzarani:
«Ringrazio il pubblico per gli applausi alla mia sostituzione. Speravo che accadesse da quando sono ritornato, è accaduto e sono felice per questo. Parlare di occasioni perse alla terza giornata è prematuro. Potenza è un campo difficile, voglio vedere quante vanno a vincere lì. Noi abbiamo sbagliato l’approccio, è vero. Pensiamo che quello di Potenza è stato un black-out totale e dobbiamo ripartire dalla vittoria di oggi. Dove il mister mi mette io cerco di dare il meglio, in questo momento faccio l’esterno d’attacco, se poi cambia decisione sono pronto a mettermi a disposizione. Io vivo di emozioni e ciò che mi ha dato questo stadio non l’ho dimenticato e voglio continuare a viverlo».