Catania-Virtus Francavilla, presentazione: 3 punti per rimanere in scia

L'undici vittorioso con i pugliesi nella gara d'andata

L'undici vittorioso con i pugliesi nella gara d'andata  Foto: CalcioCatania.com

I rossazzurri, impegnati nel posticipo, dovranno avere la meglio dei biancazzurri per far sì che non aumenti la distanza dal Lecce

MONDAY NIGHT
Il Catania sarà in campo lunedì 29 gennaio alle 20.45 allo stadio "Angelo Massimino" per quello che gli inglesi definiscono Monday night, ovvero il posticipo del lunedì. Di fronte ci sarà la Virtus Francavilla. La partita sarà valida per la quarta giornata di ritorno del Girone C del Campionato di Serie C. Arbitro dell’incontro sarà Zanonato di Vicenza, che avrà come assistenti Margheritino e Fantino. I rossazzurri sono secondi in classifica con 42 punti, a meno 7 dal Lecce che ha già giocato e battuto il Rende; i biancazzurri sono ottavi con 30 punti.
CATANIA: PRIMA DEL 2018 AL "MASSIMINO"
Gli etnei sono reduci dal pareggio del "Via del Mare", nel turno precedente, contro la capolista Lecce, che ha consegnato ai rossazzurri la vittoria negli scontri diretti con i salentini (all’andata al "Massimino" finì 3-0 per i padroni di casa). L’1-1 nel Salento ha lasciato un po’ di rammarico, considerato che gli ospiti erano in vantaggio fino a 23 minuti dal 90’, ma ha dato la conferma e la consapevolezza che questa squadra può lottare fino alla fine per il primo posto. Il gol di Lodi, su calcio di rigore, è stato il quinto sigillo per il centrocampista napoletano che è il secondo marcatore rossazzurro dopo Curiale. L’elefante subisce gol da tre partite consecutive (4 gol subiti nelle ultime tre partite); segna da 5 gare di fila (9 gol fatti negli ultimi 5 incontri), dopo il digiuno di Trapani prima del quale aveva segnato per 13 gare di fila (25 reti). Sono due gli incontri del Catania senza gol all’attivo, Casertana-Catania 1-0 e Trapani-Catania 2-0. In Puglia è arrivato il primo pari esterno in questo campionato, il terzo in totale. La squadra di Lucarelli è quella che ha fatto meno pareggi nel proprio girone e ha la difesa meno perforata con 16 gol subiti. Lunedì con la Virtus sarà la prima gara di campionato del 2018 al "Massimino", dove i padroni di casa hanno conquistato 20 punti in 10 gare, frutto di 6 vittorie (con Lecce, Andria, Monopoli, Bisceglie, Catanzaro e Akragas) e 2 pareggi (1-1 con Fondi e Matera), 2 sono le sconfitte (con Leonzio e Casertana, entrambe con lo stesso punteggio, 1-2). Non si vince in casa dal 25 novembre scorso, nel 2-0 con l’Akragas (firmato dalle reti di Di Grazia e Curiale), poi il pareggio col Matera e la sconfitta con la Casertana. In panchina a Lecce c’era il vice Vanigli, che in 3 gare alla guida degli etnei ha ottenuto due vittorie (con Francavilla e Andria) e un pareggio, senza contare il k.o. di Trapani dove ha guidato la squadra solo nella ripresa. Lunedì tornerà Lucarelli dalla squalifica, si potrebbe rivedere in campo Marco Biagianti, non ci sarà Curiale (appiedato dal giudice sportivo).

VIRTUS FRANCAVILLA: MAL DI TRASFERTA
La formazione di Gaetano D’Agostino viene dal pareggio di Fondi e non vince dallo scorso 17 dicembre, 2-1 interno sull’Andria. Domenica scorsa, al "Domenico Purificato", gli uomini dell’ex giocatore di Siena e Messina hanno impattato col punteggio di 2-2 con il Racing. Ospiti in vantaggio dopo sei minuti dall’inizio dell’incontro con Sicurella (terza marcatura in stagione); i padroni di casa ribaltano il risultato già nei primi 45 minuti, ma a inizio ripresa arriva il gol del definitivo pareggio con Viola (seconda rete in campionato). La Virtus in 21 partite disputate ha conquistato 8 vittorie e 6 pareggi, ha perso 7 volte. Sono 24 i gol fatti, 29 quelli subiti. Se in casa ha un buon rendimento (ha fatto un punto in più dei rossazzurri), in trasferta i risultati sono tra i peggiori del Girone C: 2 vittorie, contro il Rende per 1-0 e contro la Casertana per 2-0 nella seconda e ultima vittoria esterna, il 3 ottobre 2017; 3 pareggi (1-1 con la Juve Stabia, 2-2 con Paganese e Fondi) e 6 sconfitte (2-1 con il Bisceglie e il con Matera, 1-0 con il Siracusa, 3-1 a Trapani, 4-1 a Cosenza, 4-0 a Lecce). Fuori casa la difesa più perforata del girone è proprio quella del Francavilla, con 21 gol al passivo; 12 sono invece quelli realizzati lontano dal "Giovanni Paolo ІІ". I biancazzurri nella sessione invernale del calciomecato hanno perso il bomber Saraniti, che con 9 gol è il capocannoniere del campionato così come Curiale. Entrambi mancheranno dunque lunedì. L’attaccante palermitano che ha militato nelle giovanili del Catania è andato a rinforzare il Lecce. È stato ceduto anche il portiere Battaiola e hanno rescisso i calciatori Delvecchio, Turi e Abruzzese. Sono arrivati invece i centrocampisti D’Amicis e Amatulli, rispettivamente da Bari e Foggia e l’attaccante Giacomo Parigi in prestito dall’Atalanta.

CONTRO LA VIRTUS PRIMO SUCCESSO ESTERNO
Per la quarta giornata del girone d’andata, al "Giovanni Paolo ІІ" si giocava Virtus Francavilla-Catania. Era il 17 settembre del 2017, i rossazzurri erano reduci dal successo del "Massimino" per 3-0 nella sfida della settimana precedente con il Lecce. Il risultato fu bissato anche in Puglia, grazie alle reti di Lodi su calcio di rigore, che sbloccò l’incontro al 38’, di Russotto al minuto 65 e di Djordjevic, primo e unico gol con gli etnei, nei minuti di recupero. Quel successo fu il primo dei sette in trasferta. Lunedì il Catania è chiamato alla vittoria: per la prima vittoria in campionato del nuovo anno; perché non vince dalla gara di Fondi del 23 dicembre; per la gente che come sempre non farà mancare il proprio sostegno e la propria voce; e poi per non gettare alle ortiche la superiorità nei confronti del Lecce, ottenuta dai confronti diretti e per rimanere in scia dei salentini che continuano a correre. Dai Catania!