Catania-Siracusa 3-1: le dichiarazioni dei protagonisti

Andrea Di Grazia, giovane talento catanese

Andrea Di Grazia, giovane talento catanese  Fonte: Nino Russo

Le parole di Mazzarani, Di Grazia e Sottil al termine del match tra rossazzurri e aretusei

ANDREA DI GRAZIA
"Siamo stati tutti bravi. Il merito del mio gol è di tutta la squadra. Volevamo a tutti i costi il risultato, era quella l'unica cosa che contava. I tifosi sono dispiaciuti per i risultati negativi di questo ultimo periodo. Cercheremo nell'ultima partita di dare tutto per andare ai play-off. Il gol è dedicato a persone che non sono più in questo mondo, come mio padre e mio nonno che mi hanno aiutato tantissimo e al papà di un mio carissimo amico. Oggi era importante vincere e ringrazio tutti i miei compagni e spero di aver dato anch'io l’apporto giusto. A Caserta ci sono in palio i play-off e la nostra carriera, dobbiamo dare la vita e vogliamo la vittoria per andare agli spareggi. Era da tempo che non vedevo le facce felici dei miei compagni, eravamo sempre sconsolati ultimamente. Ci siamo abbracciati alla fine della partita, siamo più uniti che mai. Ci sta la contestazione dei tifosi, dipende tutto da noi. Dobbiamo riprendere i play-off e magari lì riconquisteremo i nostri tifosi."

ANDREA SOTTIL
"Io avevo detto ai miei ragazzi, non aspettiamoci una squadra morta. La reazione e la partenza del Catania io me l'aspettavo cosi, loro se la sono giocata come dovevano fare. È sempre una bella emozione tornare a Catania, qui ho fatto tante partite, tante battaglie, la spinta di questo stadio è unica, mi sono affiorati tanti ricordi, come quello della promozione contro l’Albinoleffe, con lo stadio stracolmo di gente. Le voci di mercato non mi disturbano (è stato accostato anche al Palermo, ndr), io vado avanti dritto per la mia strada, sono concentrato per fare il massimo con questo gruppo di ragazzi straordinario, è bello lavorare con loro e sono concentrato per raggiungere il massimo di quello che possiamo fare in questo campionato."

ANDREA MAZZARANI
" C'è sicuramente del rammarico per quello che abbiamo lasciato per strada nelle precedenti gare, dove sicuramente si poteva fare meglio. Non vorrei però più parlare del passato, ormai è andata, adesso dobbiamo dare tutto contro la Casertana. Il ritiro è servito per fare gruppo, ha influito nel risultato di oggi, ma non credo che continuerà. Oggi abbiamo giocato con la testa libera, cosa che non è accaduta nelle altre gare, siamo stati meno belli, ma più pratici. Preferisco non parlare dei tifosi, giustamente è chiaro che la piazza non è molto contenta. Solo con i risultati possiamo far tornare l'amore della gente per la nostra squadra. Dobbiamo vincere a Caserta e disputare i play-off. Servirà una gara concreta, cinica e intelligente."