Catania-Rende 1-0, Di Piazza-gol e tre punti in tasca

Matteo Di Piazza, prima rete in rossazzurro

Matteo Di Piazza, prima rete in rossazzurro  Foto: Nino Russo

In diretta dal Massimino, a partire dalle 20.30, la cronaca testuale della gara Catania-Rende

CATANIA 1-0 RENDE

CATANIA (4-3-3): Pisseri; Calapai, Aya, Silvestri, Baraye; Carriero (11' st Bucolo), Lodi (33' st Angiulli), Biagianti; Manneh (44' st Esposito), Curiale, Di Piazza (11' st Barisic). A disp.: Pulidori, Lovric, Marchese, Scaglia,Sarno, Brodic, Vassallo. All: Sottil
RENDE (3-4-3): Savelloni; Germinio, Minelli, Sabato; Viteriti (45' st Laaribi), Franco, Bonetto (11' st Cipolla), Zivkov; Borrello (11' st Negro), Vivacqua (32' st Giannotti), Rossini. A disp.: Borsellini, Palermo, Calvanese, Sanzone, Maddaloni, Brignoli, Blaze. All: Modesto
ARBITRO: Riccardo Annaloro di Collegno (To)
ASSISTENTI: Giuseppe Perrotti ed Antonio Severino di Campobasso
RETI: 20' pt Di Piazza
NOTE: Amm. Bonetto e Minelli (R), Baraye (C). Rec. 0' pt e 5' st.

LE SCELTE
In casa etnea mister Andrea Sottil fa i conti con diverse assenze. Così come accaduto in quel di Siracusa non saranno della partita Ciancio, Llama e Rizzo. Fra gli indisponibili anche Alessandro Marotta. Le defezioni hanno consentito l'ingresso in lista non solo dell'ultimo arrivato Sarno (che indosserà la maglia numero 33), ma anche di Marchese, fuori dai piani tecnici nella prima parte di stagione. Fino alla chiusura della sessione di mercato, infatti, alle società è concesso di modificare la lista over di settimana in settimana. Nel 4-3-3 di partenza spazio dal primo minuto a Pisseri in porta; Calapai, Aya, Silvestri e Baraye in difesa; Carriero, Lodi e Biagianti, preferito ad Angiulli, in mediana; Manneh a destra invece di Barisic, Curiale al centro e Di Piazza a sinistra nel tridente offensivo.

Nel Rende l’undici di partenza non si scosta troppo da quello sceso in campo mercoledì sera con il Monopoli. Out Gigliotti e Awua, quest'ultimo a segno nella gara di andata, convocato l'ex rossazzurro Maikol Negro. Nel 3-4-3 iniziale di mister Modesto spazio a Savelloni in porta; terzetto arretrato composto dai due Under Germinio e Minelli, e Sabato (fratello dell'ex rossazzurro Rocco); in mediana, sulle corsi esterne, giostreranno Viteriti e Zivkov, con Franco e Bonetto al centro; tridente avanzato composto da Borello (classe '99), Vivacqua e Rossini. Solo panchina per l'altro Under classe '99 Brignoli, neo arrivo dal calciomercato.

PRIMO TEMPO
Completo "home" per i rossazzurri, casacca e pantaloncini neri con unica nota di colore nei calzettoni a strisce orizzontali bianco-rosse per i calabresi, il Catania attacca dalla sinistra rispetto la tribuna stampa del Massimino, calcio d'inizio a favore dei rossazzurri.
Ore 20.30 esatte, si parte con il tocco di Lodi per Silvestri. Fasi di studio, Calapai intercetta un avversario, Aya a terra spintonato, si riparte dalla punizione di Pisseri. Baraye resiste alle cariche avversarie e guadagna una punizione dai trenta metri sulla porzione sinistra della mediana. Sulla battuta Manneh prova a seguire la palla ma è fuori tempo. Quarto minuto e primo corner per gli etnei, battuto da Lodi, sugli sviluppi gran sventagliata da fuori di Carriero che sfiora il palo sulla sinistra di Savelloni. Applausi. Bella intesa fra Manneh e Baraye, che restituisce la palla all'esterno, la cui finta non viene ben interpretata tanto da Curiale quanto Di Piazza. Decimo minuto, Curiale in area tenta l'appoggio verso Di Piazza, ci arrivano prima i difensori rendesi. Tredicesimo, prova di tiro del Rende, sulla punizione di Franco, cross di Sabato su cui Vivacqua tenta il numero ma ampiamente fuori misura. AL 18' Catania avanti, Carriero conquista una palla e lancia per vie verticali Curiale che dribbla il suo avversario, ma non supera Sabato, sul rimpallo gran tiro di Biagianti deviato in corner da Savelloni. Dalla bandierina Lodi, poi Baraye dal limite, lateralmente, guadagna una punizione: ancora Lodi per la testa di Aya, ribattuto, si avventa Di Piazza che non si fa pregare a realizzare il gol del vantaggio. 20' GOOOOLLLL DI PIAZZA 1-0. Abbozza una reazione il Rende, in area catanese Bonetto e Vivacqua si disturbano a vicenda, rinvia la difesa locale. Siamo al 35', una bella ripartenza in velocità di Biagianti innesca lo scatto di Curiale, fermato con la più classica trattenuta di maglia da parte di Bonetto, punizione per i rossazzurri e ammonizione per il biancorosso. Un giro di lancette e stavolta è il centrale difensivo Minelli a mandare a gambe all'aria Manneh che si era involato veloce verso l'area rendese. 40', rossazzurri a caccia del raddoppio, Curiale nelle vesti di rifinitore a cercare Manneh, che cambia passo e tira rapidamente con il suo sinistro, fuori di poco. 45', fischio del signor Annaloro e squadre che guadagnano la strada degli spogliatoi. Prima frazione di gara gradevole e e giocata a tutto campo, il Catania non si è fatto scappare l'occasione per andare in vantaggio grazie al neo-acquisto ed ex-rossazzurro delle giovanili Di Piazza, alla sua seconda gara ufficiale della stagione.

SECONDO TEMPO
21,30 calcio d'inizio per il Rende, è di Curiale la prima occasione per vie centrali, pur strattonato da un Minelli a rischio espulsione, conclude ugualmente, ma abbondantemente alto. Rende che cerca il pari, dialogano Franco e Borrello, di testa Vivacqua verso il palo più lontano, ma Pisseri con un balzo fa propria la palla. Riparte veloce il Catania, Curiale, poi Manneh il cui tentativo di scavalcare il centrocampo viene intercettato dall'avversario, nulla di fatto. Primo corner per quelli del Rende, dalla parte opposta Rossini al centro dell'area, Pisseri para a terra. Al sesto minuto traversa di Zivkov su tiro dalla distanza. 11', prime sostituzioni da entrambe le parti: nel Catania Bucolo e Barisic per Carriero e Di Piazza, fronte Rende invece Negro e Cipolla per Borello e Bonetto. 24', clamorosa occasione per Curiale lanciato da Silvestri dalle retrovie: l'attaccante s'impossessa del pallone beffando Minelli, e tira rasoterra di precisione, ma incredibilmente la palla rotola fuori a pochi centimetri dal palo sulla destra di Savelloni. Ci provano i calabresi, ma i rossazzurri fanno buona guardia, soprattutto in mediana con Biagianti. Nel frattempo dentro Angiulli esce Lodi. Poco meno di quaranta minuti, bella corsa di Baraye sulla fascia, costringe Viteritti l fallo laterale: sugli sviluppi Biagianti al centro verso Curiale, esce Savelloni. Brivido sulla pelle per Pisseri e compagni, Rossini riesce a far filtrare un diagonale insidioso, Aya anticipa tutti di un soffio, l'avanzata di Franco è vana. Catania rinunciatario in questa fase, la pressione dei rendesi aumenta, anche se produce poco o nulla. Ennesima incursione sulla fascia sinistra degli ospiti, stavolta è Silvestri ad anticipare tutti. Fuori Manneh dentro Esposito, un minuto prima della fine del tempo regolamentare. Ancora brividi per Pisseri, che blocca la palla a terra sull'iniziativa del neo entrato Laaribi. Il signor Annaloro assegna cinque minuti di recupero, per cui si finisce regolarmente al 50'. Seconda parte della ripresa per nulla soddisfacente, i rossazzurri sono apparsi poco lucidi in fase offensiva, mentre gli avversari hanno percepito la possibilità di affondare con facilità, ma onestamente il loro potenziale è apparso assai limitato. Seppur con il minimo risultato, tre punti in ogni caso messi in tasca, che muovono la classifica. Forse, chissà...