Catania-Palermo, da Natale 1935 all' Aprile 2013: il romanzo rossazzurro-rosanero

L'esultanza di Barrientos e del fotografo Edoardo Puglisi dopo il gol del momentaneo 1-0 rossazzurro

L'esultanza di Barrientos e del fotografo Edoardo Puglisi dopo il gol del momentaneo 1-0 rossazzurro  Foto: CalcioCatania.com

Il quadro completo dei precedenti in terra catanese fra il Calcio Catania 1946 e le varie società rosanero

Da Marzo a…Marzo
“Marzo, andiamo. È tempo di Derby di Sicilia”. Non me ne voglia il Vate Gabriele per aver “profanato” una fra le sue composizioni più celebri, I Pastori, ma la tentazione di attaccare così il racconto delle sfide catanesi fra rossazzurri e rosanero (in verità le società palermitane hanno indossato anche altri colori…) era talmente tanta da farmi desistere dal cercare altro. Forse, perché oggi, primo marzo 2021, è il dodicesimo anniversario della vittoria più larga del Catania in terra palermitana. Forse, perché a marzo, precisamente il 4 del 2001, si è disputata l’ultima sfida in terza serie fra le due opposte fazioni, anche se quell’ Unione Sportiva Città di Palermo 1987 non esiste più da quasi due anni. Forse, chissà, perché Gabriele D’Annunzio è nato proprio nel terzo mese dell’anno, il 12 del 1863. Forse, chissà, perché è scomparso proprio il primo marzo di ottantatré anni orsono. Di appigli che giustifichino la mia scelta ce ne sono tanti, ma probabilmente l’elemento determinante è rappresentato da una semplicissima consapevolezza che sbaraglia tutto il resto: mercoledì 3 marzo 2021, alle ore 20.30, sarà la prima storica volta in terra etnea fra il Calcio Catania 1946, matricola federale 11700, e il Palermo FC 2019.

4 marzo 2001: il gol di Pasquale Apa al Palermo di Cappioli 



Pre 46: La prima volta è sotto l’albero di Natale
Catania, 25 dicembre 1935. È un mercoledì, così come lo sarà fra qualche giorno. In Piazza Esposizione, l’attuale Piazza Verga, la Società Sportiva Catania, nata nel giugno del 1929, militante nel campionato di Serie B, incrocia nei sedicesimi della Coppa Italia l’Associazione Calcio Palermo (club nato nel 1929 dopo il fallimento del Palermo FC) iscritto al campionato di Serie A. Si tratta del primo incontro ufficiale fra rossazzurri e rosanero. Vincono gli etnei, allenati da Géza Kertész, grazie ad una rete del carrarino Erasmo Franzoni. La rivincita ospite non tarda ad arrivare. La stagione seguente, in Serie B, i rosanero superano i rossazzurri, divenuti Associazione Fascista Calcio Catania su imposizione del regime, grazie ad un calcio di rigore dell’uruguaiano Oliver Icardi. Nella stagione 1939/40, sempre in Serie B, è tempo del primo pareggio: vantaggio catanese con Gaetano Pinto, immediato pareggio dei palermitani (vestiti di giallorosso, per volere del regime fascista) con Francesco Paolo De Rosalia. Prima che la guerra metta fine alla storia del Catania 1929 c’è tempo per altre due sfide, entrambe in Serie C, concluse con altrettante vittorie rossazzurre. L’11 marzo 1941 Greco e Buccheri firmano il successo sulla Juventina Palermo (colori sociali bianco e azzurro) divenuto primo club della città dopo il fallimento dell’AC nell’agosto 1940. Ancor più roboante il successo colto il 16 novembre 1941: netto 4 a1 con mister Géza Kertész in panchina.

Anni 50/60: le prime sfide in Serie A
Per assistere nuovamente al Derby di Sicilia nel secondo dopo guerra bisogna attendere il 22 gennaio 1956. Al “Cibali” il Club Calcio Catania 1946 (nata dalla fusione fra Virtus Catania e Catanese Elefante) incontra sul proprio cammino l’Unione Sportiva Palermo 1941 (società nata dalla fusione fra la Juventina Palermo e le riserve del Palermo AC e, successivamente, ricostituita nel 1944 dopo la sospensione per cause belliche). In campo, nella sedicesima giornata di andata del campionato di Serie B, finisce 1 a 1 con reti di Renato Luosi per i rosanero e Karl Heinz Spikowski per i rossazzurri. Il pareggio, ma per zero a zero, è il risultato dei successivi quattro dei derby, due in cadetteria (1957/58 e 1958/59) e altrettanti in Serie A (1961/62 e 1962/63). Per rivedere un gol bisogna aspettare la sfida cadetta dell’undici dicembre 1966: 1 a 0 catanese in virtù di un’autorete del rosanero Tonino De Bellis. L’anno successivo, sempre in B, si celebra l’ultimo successo dei rosanero con la denominazione “Unione Sportiva Palermo 1941”: 1 a 2 con reti ospiti di Nova e Perucconi intervallate dal momentaneo pareggio catanese firmato da Gianfranco Trombini.

Sei pareggi di fila e quel 3 a 1 alla doppietta di Aldo Cantarutti
L’ultimo confronto catanese anni sessanta coincide con il primo faccia a faccia con la Società Sportiva Calcio Palermo, ribattezzata così al termine del campionato 1967-68. Il 15 settembre 1968, nella seconda giornata del primo turno di Coppa Italia, i rossazzurri di Egizio Rubino, impegnati nel campionato di Serie B, stoppano sull’1-1 i rosanero neo promossi in Serie A. Reti tutte dagli undici metri: Alberto Grossetti per i rossazzurri, il “solito” Enrico Nova per i rosanero. L’1 a 1 si ripete nei successivi quattro confronti cadetti: 5 marzo 1972 (Ferrara per i rosanero, Baisi per i rossazzurri); 6 gennaio 1974 (Arcoleo per gli ospiti, Piccinetti per i padroni di casa); 14 dicembre 1975 (Margherini per i palermitani, Biondi per i catanesi) ed il 20 marzo 1977 con reti di Osellame per i rosanero e del catanese Nino Cantone per i rossazzurri. Gli anni ottanta vengono inauguranti dal successo rosanero in Coppa Italia: ospiti in vantaggio con Egidio Calloni, rimonta catanese con Pasquale Casale e Marco Piga, controsorpasso palermitano in virtù di una autorete di Eliseo Croci e del gol di Andrea Conte. Grappolo di reti anche nel match di campionato che si disputa il 21 dicembre 1980. Scoppiettante 3 a 3 con il Catania avanti per 3 a 1 (doppietta di Francesco Ciampoli e rete diLorenzo Barlassina) e rimontato negli ultimi 12 minuti di gioco da due reti (di Calloni e Bencina) entrambe viziate da due errori grossolani dell’arbitro Paparesta di Bari senior. Tripla vittoria catanese nelle successive tre gare catanesi, sempre in Serie B: 3 a 1 nel 1981-82 con reti di Marcello Gamberini e doppietta di Aldo Cantarutti per i rossazzurri; 2 a 0 l’anno successivo, nel match del 20 marzo 1983, firmato da Ennio Mastalli su rigore e Pier Giuseppe Mosti e l’1 a 0 del primo dicembre 1985 firmato da Sandro Pellegrini.


John Benjamin Toshack, insieme a Ciccio Graziani ed Angelo Palmas, nel giorno del debutto sulla panchina rossazzurra 



Il primo derby con l’US Palermo 1987
Il 28 maggio 1989, nella “vecchia” Serie C1, è il giorno del primo incrocio catanese con l’Unione Sportiva Palermo 1987 fondata qualche anno prima dopo il fallimento della S.S.C. Palermo 1941. Finisce 1 a 1 con rete rossazzurra di Giancarlo Marini e Manicone per gli ospiti. L’1 a 1 si ripete anche nelle due gare disputate nella stagione seguente: Giancarlo Marini e una autorete di Maurizio Manieri per i rosa nel match di coppa; Loriano Cipriani (su punizione, la prima delle tre segnate ai rosanero) per i rossazzurri, De Sensi per il pari palermitano. L’anno successivo, stagione 1990-91, è doppio 1-0 rossazzurro: in campionato decide ancora una “bomba piazzata” di Loriano Cipriani mentre in coppa è decisiva la marcatura di Vincenzo Esposito. Nelle due gare disputate nel 1992-93 i rossazzurri di Salvo Bianchetti rimediano uno 0 a 0 in campionato (27 settembre) e una sconfitta per 2 a 1 nella partita valida per il quarto turno della Coppa Italia di Serie C. Sconfitta ampiamente riscattata appena un mese dopo nel match di ritorno di campionato…

3 Aprile 2011 



Gli anni della scalata e della gloria in A
La notte del 30 agosto 1998, nella terza giornata della Coppa Italia di C, è piena di significati: netta vittoria dei rossazzurri di Pierino Cucchi, relegati al quarto campionato di fila in C2, al cospetto dei rosanero (ribattezzati nel 1994 “Unione Sportiva Città di Palermo 1987”) appartenenti al campionato di Serie C1. Decisive per gli etnei le reti di Ciccio Passiatore e Luca Lugnan. Il doppio confronto della stagione seguente, in C1, coincide con la fine dell’epopea della Famiglia Massimino: doppio 0 a 0 fra coppa e campionato. Il 10 gennaio 2001, nella gara di ritorno degli ottavi di Coppa Italia C, segna il debutto-bis di Vincenzo Guerini sulla panchina rossazzurra: ospiti avanti con un rigore di La Grotteria, rimonta-qualificazione catanese con Marco Capparella e Juan Martin Turchi al 91’. Pochi mesi più tardi, il 4 marzo 2001, è tempo di campionato: Alessandro Ambrosi fallisce il rigore del vantaggio sullo 0 a 0, Davide Bombardini porta avanti il Palermo di Sonzogni, Pasquale Apa, a metà ripresa, fissa il punteggio sull’1-1. La prima vittoria rossazzurra, in gare di campionato, del terzo millennio coincide con il debutto di John Benjamin Toshack sulla panchina catanese. Il 18 novembre 2002, in Serie B, Davide Cordone e Lulù Oliveira firmano il 2 a 0 finale. Stesso punteggio, anche se invertito, nella stagione seguente: reti rosanero di Eugenio Corini su rigore e Lamberto Zauli nella ripresa. In mezzo tante occasioni mancate dai rossazzurri di Stefano Colantuono, in primis un calcio di rigore fallito da Oliveira. La notte del 2 febbraio 2007 è la pagina più nera e triste dell’intero romanzo: la vittoria rosanero in campo, ampiamente condizionata dalla doppia svista arbitrale sui gol di Di Michele e Caracciolo, passa inevitabilmente nel dimenticatoio per via della tragica scomparsa dell’Ispettore Capo di Polizia Filippo Raciti nel corso dei violenti scontri fra forze dell’ordine e “tifosi” catanesi all’esterno dell’impianto di Piazza Spedini. Dieci mesi più tardi, il 2 dicembre, arriva il giorno della prima storica vittoria in Serie A siglata dalle reti di Gionatha Spinesi, Beppe Mascara e Jorge Martinez; dell’ex Fabio Caserta (autore del gol rossazzurro nell’incontro del 2 febbraio…) la rete dei rosanero. Dopo quel seguono altre quattro affermazioni consecutive dei padroni di casa: triplo 2 a 0 nel 2008/09 (reti di Martinez e Mascara), 2009/10 (doppietta di Maxi Lopez) e 2011/12 con reti di Ciccio Lodi su splendido calcio di punizione e del ‘solito’ Maxi Lopez su rigore. In mezzo l’eclatante 4-0 del 3 aprile 2011 con mister Diego Simeone in panchina. Dopo un primo tempo con pochi sussulti, nella ripresa è una goffa autorete di Balzaretti ad inaugurare la goleada dei rossazzurri, di Gonzalo Bergessio, Pablo Ledesma e Simone Pesce le altre marcature catanesi. Infine, la sfida del 21 aprile 2013 l’ultima in Serie A e l’ultima fra il Calcio Catania 1946 e l’U.S. Città di Palermo 1987: rossazzurri in vantaggio con Pablo Cesar Barrientos, pareggio rosanero al 94’ con Josip Ilicic. Al termine della stagione Catania all’ottavo posto, Palermo retrocesso in Serie B dopo nove stagioni consecutive in massima serie.

18 dicembre 2011: il gol di Ciccio Lodi su punizione, nel giorno dekll'ultima vittoria sui rosanero 



Nel dettaglio tutte le sfide in terra catanese:

AC, Juventina, US Palermo-SS/AFC Catania 1929
1935-36 (Coppa Italia): SS Catania-AC Palermo 1-0
1936-37 (Serie B): AFC Catania-AC Palermo 0-1
1939-40 (Serie B): AFC Catania-AC Palermo 1-1
1940-41 (Serie C): AFC Catania-Juventina Palermo 2-0
1941-42 (Serie C): AFC Catania-US Juventina Palermo 4-1

BILANCIO
VITTORIE CATANIA: 3
VITTORIE PALERMO: 1
PAREGGI: 1


Calcio Catania 1946- Unione Sportiva Palermo 1941
1955-56 (Serie B): Catania- US Palermo 1-1
1957-58 (Serie B): Catania-US Palermo 0-0
1958-59 (Serie B): Catania-US Palermo 0-0
1961-62 (Serie A): Catania-US Palermo 0-0
1962-63 (Serie A): Catania-US Palermo 0-0
1966-67 (Serie B): Catania-US Palermo 1-0
1967-68 (Serie B): Catania-US Palermo 1-2

BILANCIO
VITTORIE CATANIA: 1
VITTORIE PALERMO: 1
PAREGGI: 5


Calcio Catania 1946-Società Sportiva Calcio Palermo 1941
1968-69 (Coppa Italia): Catania-SSC Palermo 1-1
1971-72 (Serie B): Catania-SSC Palermo 1-1
1973-74 (Serie B): Catania-SSC Palermo 1-1
1975-76 (Serie B): Catania-SSC Palermo 1-1
1976-77 (Serie B): Catania-SSC Palermo 1-1
1980-81 (Serie B): Catania-SSC Palermo 3-3
1980-81 (Coppa Italia): Catania-SSC Palermo 2-3
1981-82 (Serie B): Catania-SSC Palermo 3-1
1982-83 (Serie B): Catania-SSC Palermo 2-0
1985-86 (Serie B): Catania-SSC Palermo 1-0

BILANCIO
VITTORIE CATANIA: 3
VITTORIE PALERMO: 1
PAREGGI: 6


Calcio Catania 1946-Unione Sportiva Palermo 1987
1988-89 (Serie C1): Catania-US Palermo 1-1
1989-90 (Serie C1): Catania-US Palermo 1-1
1989-90 (Coppa Italia C): Catania-US Palermo 1-1
1990-91 (Serie C1): Catania-US Palermo 1-0
1990-91 (Coppa Italia C): Catania-US Palermo 1-0
1992-93 (Serie C1): Catania-US Palermo 0-0
1992-93 (Coppa Italia C): Catania-US Palermo 1-2

BILANCIO
VITTORIE CATANIA: 2
VITTORIE PALERMO: 1
PAREGGI: 4


Calcio Catania 1946-Unione Sportiva Città di Palermo 1987
1998-99 (Coppa Italia C): Catania-US Città di Palermo 2-0
1999-00 (Serie C1): Catania-US Città di Palermo 0-0
1999-00 (Coppa Italia C): Catania-US Città di Palermo 0-0
2000-01 (Coppa Italia C): Catania-US Città di Palermo 2-1
2000-01 (Serie C1): Catania-US Città di Palermo 1-1
2002-03 (Serie B): Catania-US Città di Palermo 2-0
2003-04 (Serie B): Catania-US Città di Palermo 0-2
2006-07 (Serie A): Catania-US Città di Palermo 1-2
2007-08 (Serie A): Catania-US Città di Palermo 3-1
2008-09 (Serie A): Catania-US Città di Palermo 2-0
2009-10 (Serie A): Catania-US Città di Palermo 2-0
2010-11 (Serie A): Catania-US Città di Palermo 4-0
2011-12 (Serie A): Catania-US Città di Palermo 2-0
2012-13 (Serie A): Catania-US Città di Palermo 1-1

BILANCIO
VITTORIE CATANIA: 8
VITTORIE PALERMO: 2
PAREGGI: 4


BILANCIO TOTALE DAL 1929
VITTORIE CATANIA: 17
VITTORIE PALERMO: 6
PAREGGI: 20

BILANCIO TOTALE DAL 1946
VITTORIE CATANIA: 14
VITTORIE PALERMO: 5
PAREGGI: 19



Ai fini della ricostruzione storica è stato fondamentale la consultazione del volume "Tutto il Catania minuto per minuto"