Catania-Paganese, presentazione: Gol e tre punti per rialzarsi

  Foto: Nino Russo

L’Elefante ospita i liguorini, fanalini di coda e peggior difesa della Serie C

AL "MASSIMINO" SI PARTE ALLE 14.30
Il Catania ospita la Paganese per la ventisettesima giornata del Girone C della Serie C. Si gioca al "Massimino" domenica 17 febbraio alle 14.30. L’incontro sarà diretto da Davide Curti di Milano, con il quale ci saranno gli assistenti Cataldo e Ceccon. In classifica, i rossazzurri sono quarti a quota 47, a dieci lunghezze dalla vetta, a quattro dal secondo posto occupato dal Trapani e a una dal Catanzaro; i liguorini, con l’esclusione del Matera, adesso sono da considerarsi fanalino di coda, con soli 9 punti, a meno 10 dal Bisceglie 17° e a meno 13 da Rieti e Siracusa, rispettivamente 16° e 15°.

CATANIA: 10 SUCCESSI INTERNI
A Trapani, mercoledì, è arrivata la quinta sconfitta in campionato per i rossazzurri, la quarta in trasferta. La squadra di Sottil è incappata in una serata sfortunata: sono state tante le occasioni create, in particolare nella ripresa e dopo il vantaggio granata, una prodezza di Tulli che in semirovesciata batteva l’incolpevole Pisseri; nel primo tempo Silvestri e Di Piazza hanno avuto un’occasione per parte per portare gli ospiti in vantaggio, ma l’esterno della rete al difensore e il portiere Dini all’attaccante, hanno detto di no. Nella ripresa gli etnei si sono visti annullare due reti, una ad Aya, in rovesciata, e una a Di Piazza, entrambe per fuorigioco. Poi tanti gol mancati, il clamoroso palo di Lodi su punizione e le chance per Baraye, Curiale (tre nitide palle gol per il numero 11) e Manneh. Quindicesima rete incassata da Pisseri e settima gara senza segnare per l’Elefante. Al "Massimino" le vittorie sono 10, 7 consecutive, nessun pareggio, uno il k.o.

PAGANESE: IL RENDE L’UNICA SQUADRA BATTUTA
La compagine di mister De Sanzo, sulla panchina azzurrostellata dallo scorso 17 novembre, quando sostituì Luca Fusco, ha ottenuto soltanto un successo nell’attuale torneo, in quel di Rende il 30 dicembre, vittoria per 2-1 sui biancorossi. Per il resto 6 pareggi e ben 17 k.o. I gol realizzati sono 25, mentre quelli subiti sono ben 59 e fanno della difesa campana la peggiore di tutta la Serie C. Fuori casa i liguorini, oltre all’unica vittoria, hanno pareggiato due volte, con il Potenza per 1-1 e il Bisceglie per 2-2, e perso 9 partite: a Siracusa (3-1), Monopoli (3-0), con la Reggina (1-0), a Caserta (4-1 dalla Casertana), a Rieti (altro 4-1), con la Virtus Francavilla (1-0) e la Viterbese (2-1), con Juve Stabia (1-0) e Catanzaro (4-1); in trasferta i gol messi a segno sono 10, due in meno dei rossazzurri. I calciatori più prolifici in organico sono Cesaretti, autore di 6 centri, Parigi e Scarpa con 4 realizzazioni.

IL MATCH D’ANDATA
La partita di andata tra Catania e Paganese si è disputata sabato 20 ottobre 2018, allo stadio "Marcello Torre" di Pagani, ed era valevole per l’ottava giornata di andata. Gli ospiti passarono in vantaggio dopo appena undici secondi dal calcio d’inizio con un gol di Alessandro Marotta; dopo tre minuti ancora gol dei rossazzurri, con Curiale servito da un gran lancio di Francesco Lodi; al quarto d’ora il punteggio il punteggio era di 0-3, ancora Marotta a segno su suggerimento di Saro Bucolo; partita che sembrava chiusa ma un blackout degli etnei permette ai padroni di casa di andare in rete prima della chiusura dei primi 45 minuti con un colpo di testa di Parigi, e accorciare le distanze dopo otto minuti dall’inizio del secondo tempo con una gran conclusione su calcio di punizione di Scarpa; sul 2-3 gli azzurri hanno diverse occasioni per arrivare al pareggio, tra cui una conclusione ravvicinata di Parigi che chiama Pisseri al miracolo; al minuto 82 Curiale chiude la partita, realizzando dal dischetto il definitivo 4-2 per la sua squadra.

La sfida di domenica è importante per l’Elefante per tornare alla vittoria e segnare un bel po’ di gol, magari come accadde nella gara del "Massimino" dello scorso anno contro i liguorini, quando i siciliani vinsero 6-0 (dell’organico attuale segnarono Biagianti e Curiale); i rossazzurri vincendo si porterebbero al terzo posto in quanto il Catanzaro osserverà un turno di riposo; il Trapani sarà impegnato a Rieti e la Juve Stabia sul difficile campo di Monopoli. Ma occhio a non sottovalutare troppo l’avversario, considerando le difficoltà incontrate nella sfida del "Torre" e che la Juve Stabia, in casa, ha battuto la Paganese (che ha perso le ultime quattro gare di fila) soltanto di misura, 1-0.