Catania-Paganese 6-0: le dichiarazioni dei protagonisti

Maks Barisic, autore di una doppietta

Maks Barisic, autore di una doppietta  Foto: Nino Russo

Gli interventi, nel post gara del "Massimino", di capitan Biagianti, Andrea Mazzarani e Maks Barisic.

Riportiamo le parole di Marco Biagianti, Andrea Mazzarani e Maks Marisic, del post partita del "Massimino", dove i padroni di casa hanno battuto la Paganese con il punteggio di 6-0. Il capitano ha sbloccato la partita all'11°, il centrocampista romano ha siglato il gol del 3-0, la punta slovena ha firmato la seconda e la quarta rete. Le altre due marcature sono state ad opera di Curiale e Bogdan.

Marco Biagianti:
«È stata una partita che comunque, al di là del risultato, non è stata semplice. È stata una grande partita di carattere e vogliamo continuare così, volevamo chiuderla nel primo tempo e ci siamo riusciti. È stata una vittoria importante. Siamo tanti in squadra e chi gioca riesce a fare bene. Mercoledì si dava per scontato che fosse finita, ma noi sapevamo che la concentrazione doveva essere massima. In questo momento con Mazza (Andrea Mazzarani, ndr) e Ciccio mezzala abbiamo tanta qualità».

«Dobbiamo essere bravi, soprattutto quelli più esperti, a gestire le critiche e le pressioni. Dobbiamo concentrarci sul lavoro settimanale che ci porta alla partita, rimanendo estranei a quello che succede all’esterno. Come squadra stiamo dando il massimo».

«È un campionato molto bello, in queste ultime giornate ci sono tre squadre così vicine, cosa che da tempo forse non capitava. A Catanzaro dobbiamo cercare di essere quelli delle ultime partite, con umiltà per cercare di portare i tre punti a casa».

Quando il mister si arrabbia è normale, perché non ci deve essere rilassamento, siamo in C ed è dura. Ora che le partite sono di meno dobbiamo star concentrati ogni partita. Infatti oggi non si festeggia, pensiamo già alla prossima. Monopoli è stata una batosta importante, che ci ha fatto riflettere su alcune cose che oggi abbiamo migliorato».


Maks Barisic:
«Sto alla grande! Dovevo fare gol prima, però magari non avrei fatto quei due gol dopo. Oppure sarebbe stata tripletta, chissà (sorride, ndr). Non facevo una doppietta da tanto. Non dobbiamo pensare al Lecce, altrimenti chi pensa alla partita da giocare se pensiamo alle altre squadre? Dobbiamo allenarci bene e stare concentrati durante le gare».

«Con il Catanzaro non possiamo perdere, adesso ogni partita è una finale, dobbiamo vincerle tutte, poi vediamo cosa succede. Quando fai gol è la cosa più bella che c’è, ho segnato anche come quinto di centrocampo, quindi va bene anche quel ruolo».

Andrea Mazzarani:
«Sono contento del gol, perché quest’anno mi mancava in casa e per un giocatore non segnare davanti i propri tifosi è dura. Abbiamo fatto una grandissima prestazione, mettiamo ancora un tassello verso il nostro obiettivo».

«Mi sono arrabbiato quando Barisic ha mancato il gol, ma poi quando ha segnato è passato tutto. Con questa vittoria ci siamo liberati di un peso che avevamo, ora siamo più liberi. Quando hai Ciccio (Lodi) che guarda la porta e tu ti inserisci non serve provare in allenamento certe soluzioni».

«Stiamo crescendo mentalmente, dopo Monopoli ci siamo liberati di un peso che sentivamo. Anche in casa, siamo più fluidi. Il mister ci ha chiesto di provare la giocata e noi lo stiamo facendo. Dobbiamo continuare a fare il nostro campionato, perché siamo noi gli artefici del nostro destino».