Catania-Monopoli, presentazione: Freccia a sinistra

La curva Nord del Massimino, pronta come sempre a dare il proprio apporto ai colori rossazzurri

La curva Nord del Massimino, pronta come sempre a dare il proprio apporto ai colori rossazzurri   Foto: CalcioCatania.com

I rossazzurri battendo il Monopoli lo sorpasserebbero portandosi in vetta alla classifica

TURNO INFRASETTIMANALE: SFIDA AL VERTICE AL "MASSIMINO"
Domani, martedì 3 ottobre, per il Girone C della Serie C si disputerà il primo dei tre turni infrasettimanali previsti dal calendario. Le gare saranno valide per la settima giornata di andata. Il Catania sarà di scena al "Massimino" nel big match con il Monopoli. I pugliesi sono da soli in vetta alla classifica con 14 punti ma hanno "il fiato sul collo" in quanto a 13 punti ci sono Lecce, Siracusa e proprio i rossazzurri. L’incontro avrà inizio alle 20.30, arbitrerà Amabile di Vicenza che sarà assistito dal duo Michieli-Sartori.

CATANIA: PRONTO AL SORPASSO?
Il Catania domani sera battendo la capolista Monopoli avrà la ghiotta occasione di portarsi in vetta alla classifica (in compagnia o da soli al momento non ha importanza), scavalcando i biancoverdi. Eventualità di non poca importanza in considerazione del fatto che all’ottava giornata i rossazzurri osserveranno il loro turno di riposo. Gli uomini di Lucarelli con il successo di misura in quel di Cosenza, grazie alla rete di Mazzarani alla sua prima marcatura in questa stagione, hanno raggiunto la quarta vittoria consecutiva e Pisseri, ancora una volta decisivo (manco a dirlo!), ha finito la sua quarta partita di fila senza subire reti. Ma è fuor di ogni dubbio che se non si è subito gol nelle gare con Lecce, Francavilla, Andria e Cosenza il merito è di tutta la retroguardia. Aya, Tedeschi e Bogdan giocano insieme dalla seconda giornata e stanno affinando sempre più la loro intesa, mostrandosi tutt’e tre in un ottimo stato di forma. Ad aiutare poi c’è anche lo spirito di sacrificio di tutto il resto della squadra, ovvero di chi interpreta gli altri ruoli, inculcato sin dal ritiro da Cristiano Lucarelli e già messo in atto con buoni risultati, vedi la prova di sacrificio di Mazzarani e non solo al "Marulla". Gli etnei dopo sei gare sono il quarto miglior attacco del girone con 9 reti all’attivo dopo Siracusa (11), Monopoli (10) e Lecce (10); la difesa invece è la meno perforata, con soli due gol subiti (uno in casa e uno in trasferta) insieme a quella del Monopoli. Al "Massimino" fin qui i padroni di casa hanno totalizzato due vittorie e un pareggio (5 gol fatti e uno subito).
Nell’undici di partenza contro la capolista dovremmo rivedere Russotto, Caccetta, Marchese e forse anche Curiale. L’abbondanza della rosa, in termini non solo di quantità ma anche di qualità, è un’arma in più per i rossazzurri: in questo modo si può tranquillamente far fronte a eventuali infortuni, squalifiche e defezioni dell’ultimo minuto e inoltre gli undici titolari restano, per gli avversari, incerti fino alla fine.

MONOPOLI: AL "MASSIMINO" DA CAPOLISTA
L’unica squadra del Girone C ad essere imbattuta dopo sei giornate è il Monopoli di mister Massimiliano Tangorra. Il tecnico, ex calciatore di Bari, Foggia e Genoa, è ritornato a guidare i gabbiani dopo un anno, si era dimesso alla 29ª giornata della stagione 2015/2016. Dopo due campionati in cui avevano ottenuto altrettante salvezze risicate i pugliesi in questo inizio di stagione sono partiti davvero forte ottenendo quattro vittorie e due pareggi, questi i risultati: Monopoli-Cosenza 3-1; Fondi-Monopoli 0-1; Monopoli-Akragas 0-0; S. Leonzio-Monopoli 0-3; Monopoli-Matera 2-0; F. Andria-Monopoli 1-1; per un totale di 10 gol fatti e due subiti. In trasferta il rendimento è di due vittorie e un pareggio (5 reti all’attivo, una al passivo). Ai biancoverdi appartiene anche l’attuale capocannoniere del Girone C con 5 gol segnati, Giuseppe Genchi. Due gol a testa li hanno siglati Sarao, che sarà assente al "Massimino" per squalifica (ne avrà per due giornate), e Mercadante, un gol lo ha realizzato l’ex rossazzurro Federico Scoppa. A proposito di ex, oltre all’argentino, nell’organico dei biancoverdi figurano anche Loris Bacchetti e Michele Paolucci, che domani potrebbe esordire dal primo minuto in campionato (con i pugliesi ha finora giocato solo in Coppa Italia segnando anche una rete). Nel Monopoli gioca anche l’ex Akragas Zibert. Anche Tangorra predilige il 3-5-2 come modulo di gioco.

COME L’ANNO SCORSO. . .
Gli ultimi due precedenti al "Massimino" tra Catania e Monopoli fanno tendere la bilancia in favore dei rossazzurri: una vittoria e un pareggio. Il 17 gennaio 2016 si giocava la prima giornata di ritorno del campionato 2015/2016, la gara terminò a reti inviolate ma gli etnei fallirono con Calil a dieci minuti dal termine un calcio di rigore, parato da Matteo Pisseri che allora difendeva i pali dei pugliesi. Nel confronto della scorsa stagione, si giocò anche allora di martedì per l’infrasettimanale, il Catania sotto una pioggia battente si impose per 4-1: in gol andarono Russotto, Barisic, Mazzarani e Paolucci su calcio di rigore.
Nell’ultima vittoriosa sfida casalinga con l’Andria al "Massimino" c’erano quasi undicimila sostenitori, domani se ne aspettano ancora di più, per spingere il Catania verso il primato.