Catania-Monopoli, presentazione: Continuare a vincere

Dario Bergamelli in azione contro il Monopoli nella gara dello scorso 17 gennaio

Dario Bergamelli in azione contro il Monopoli nella gara dello scorso 17 gennaio  Foto: Nino Russo

La presentazione della gara infrasettimanale tra etnei e pugliesi, in programma martedì 6 dicembre alle ore 14.30

OPERAZIONE SORPASSO
Il piede è sull’acceleratore e da lì non bisogna più toglierlo. Bisogna continuare a spingere, con veemenza e costanza, fino alla fine del 2016. Spingere, per arrivare alla sosta nella miglior posizione possibile, continuando a recuperare punti alle squadre che veleggiano nelle zone nobili. La bella vittoria di Cosenza – la prima in trasferta dopo un digiuno lungo un anno, nonché seconda consecutiva in campionato dopo il successo casalingo sulla Vibonese – ha permesso al Catania di rientrare nella zona play-off: nono posto in coabitazione con il Fondi, a 3 lunghezze dalla quinta piazza occupata proprio dai lupi della Sila.

Una vittoria importante, cercata, invocata e infine trovata che potrebbe rappresentare la tanto agognata svolta della stagione, perché quando una squadra dal rendimento interno da primato comincia ad incamerare risultati importanti anche fuori la storia di un campionato prende una strada molto interessante. Ragion per cui, bisogna continuare a mantenere alto lo standard tra le mura amiche, senza abbassare la guardia.

Al “Massimino”, nell’insolito orario delle 14.30 di Martedì, i rossazzurri di mister Rigoli vanno in cerca della sesta vittoria di fila in casa. Avversario di turno degli etnei il Monopoli di Diego Zanin, sesto della classe con un punto in più rispetto ai rossazzurri e reduce dalla vittoria casalinga nel derby contro il Taranto. Sfida ostica, contro un avversario che vanta un ruolino di marcia esterno di tutto rispetto.

Nella sette trasferte sinora affrontate, infatti, i pugliesi hanno raccolto undici punti in virtù di tre vittorie e due pareggi. Media brillante – la quarta migliore del girone del Girone C, insieme alla Juve Stabia – abbassata notevolmente nelle ultime quattro esibizioni lontano dal “Veneziani”, nelle quali i biancoverdi hanno raccolto appena un punto (lo 0-0 di Francavilla Fontana) e tre sconfitte (Foggia, Cosenza e Melfi) con 9 reti al passivo e quattro realizzate. Non sarà nel periodo migliore, ma questo Monopoli resta comunque una formazione compatta e molto insidiosa.