Catania-Fidelis Andria, presentazione: Non c’è 2 senza 3(-0)

I rossazzurri esultano sotto la curva dei propri sostenitori al termine del match di Brindisi

I rossazzurri esultano sotto la curva dei propri sostenitori al termine del match di Brindisi  Foto: CalcioCatania.com

Dopo due vittorie consecutive, entrambe per 3-0, i rossazzurri sfidano al "Massimino" la Fidelis Andria, imbattuta dopo tre gare.

QUINTA GIORNATA
Sabato 23 settembre si giocherà la quinta giornata del Campionato di Serie C per quel che riguarda il Girone C dove è inserito il Catania. I rossazzurri tornano a giocare al "Massimino" dove affronteranno la Fidelis Andria. Etnei secondi in classifica a quota 7 punti in compagnia di Trapani (che questa giornata riposerà), Catanzaro e Lecce; pugliesi quartultimi con 3 punti. La partita si giocherà alle 20.30 e verrà arbitrata da Fabio Schirru che avrà come assistenti Angotti e Baldelli.

CATANIA: RUSSOTTO IN SPLENDIDA FORMA, SI RIVEDRÀ DALL’INIZIO?
I rossazzurri sono reduci da due 3-0 consecutivi a loro favore: dopo quello sul Lecce al "Massimino" domenica scorsa è arrivato un altro successo con lo stesso punteggio in favore degli etnei, in quel di Brindisi contro la Virtus Francavilla. Un Catania che partito in sordina ha reagito con la testa e con tanto carattere sfruttando a proprio favore alcuni episodi (su tutti quello del rigore su Biagianti) ed errori da parte degli avversari come ancora nel caso del 2-0 di Russotto, che entrato dalla panchina è stato bravo a sfruttare un disimpegno errato di un difensore francavillese, realizzando un gol di pregevole fattura. Prime reti in campionato per Lodi e Djordjevic: il centrocampista torna a segnare con la maglia rossazzurra trasformando un calcio di rigore, una sua specialità insieme alle punizioni e ai calci d’angolo; l’esterno sinistro invece è alla sua prima marcatura in Italia e sabato scarso è stato bravo e veloce a far partire l’azione e a seguirla fino alla fine, quando fa tap-in su assist di Russotto e chiude definitivamente la partita. I due si aggiungono agli altri quattro marcatori dell’elefante: Curiale, Marchese, Biagianti e Russotto. Quest’ultimo è attualmente il miglior realizzatore degli etnei con due reti e contro i biancazzurri dovremo rivederlo nell’undici di partenza dopo l’iniziale panchina contro la Virtus e visto lo splendido stato di forma che sta attraversando. Il Catania in queste prime quattro giornate ha messo a segno 7 reti e insieme al Monopoli è il miglior attacco del girone; due sono le reti subite come quelle del Siracusa che però ha una partita in meno, meglio ha fatto il Monopoli con un solo gol al passivo. Lucarelli sabato sconterà la sua seconda e ultima giornata di squalifica; l’intero organico è a disposizione dello staff tecnico.

FIDELIS ANDRIA: LEONI FERITI
La Fidelis Andria di mister Loseto si appresta ad affrontare la prima delle due trasferte siciliane. Dopo la sfida del "Massimino" i pugliesi calcheranno il nuovo terreno di gioco in erba sintetica del "De Simone" di Siracusa, martedì 26 settembre in quello che sarà il recupero della seconda giornata. Pertanto i federiciani alla vigilia del match con i rossazzurri hanno una partita in meno degli avversari: hanno disputato tre gare, due casalinghe e una esterna, risultando imbattuti in quanto hanno ottenuto altrettanti pareggi. Il primo all’esordio allo stadio "Degli Ulivi" nel 3-3 contro la Juve Stabia, dove sono andati a segno Scaringella, Barisic e Minicucci (gol a due minuti dal 90’); alla terza giornata è 1-1 ancora tra le mura amiche contro la Casertana che era reduce dal successo di misura sugli etnei: iniziale vantaggio dell’attaccante di proprietà del Catania Barisic e pareggio a cinque minuti dalla fine di Alfageme. Nell’ultima gara in ordine di tempo, quella di Cosenza, i leoni azzurri sono stati acciuffati da un gol all’ultimo respiro dei padroni di casa che rispondevano al vantaggio pugliese realizzato sempre nella ripresa da Curcio su calcio di punizione. Per i biancazzurri la vittoria sembrava già cosa fatta ma gli è stata "strappata" negli istanti finali della partita. Immaginiamo dunque la voglia di rivalsa e la rabbia che gli uomini di Loseto metteranno in campo sabato a Catania. L’Andria ha sin qui segnato 5 reti subendone altrettante, il suo miglior realizzatore è Maks Barisic. Contro i rossazzurri non ci saranno il difensore Colella e il mediano Quinto.

TRE PUNTI COME DUE STAGIONI FA. . .
Nel 2016 il Catania e l’Andria si sono affrontate due volte all’ "Angelo Massimino". Quella più recente è la gara dello scorso campionato giocatasi il 28 dicembre e conclusasi a reti inviolate, dove i rossazzurri fallirono nella ripresa un calcio di rigore con Andrea Mazzarani. Il 7 maggio dello scorso anno invece si giocava l’ultima giornata del Girone C del Campionato di Lega Pro 2015/2016: gli etnei si imposero per 2-1 grazie alle reti di Bergamelli e Russotto e riuscirono a salvarsi evitando i play-out. Oggi si punta in alto e vincere come allora sarebbe un altro importante passo in avanti, anzi. . . tre!