Catania-Cosenza (Coppa Italia): un'occasione da sfruttare per chi ha giocato meno

Il gol di

Il gol di "Ze Turbo" contro l'Akragas in coppa. Domani potrebbe esserci spazio per il giovane di proprietà dell'Inter   Foto: CalcioCatania.com

La presentazione della gara tra etnei e calabresi in programma mercoledì 22 novembre alle ore 20.30 al Massimino.

SECONDO TURNO DI COPPA ITALIA
Dopo la prima fase a gironi torna la Coppa Italia di Serie C con i sedicesimi di finale. Al "Massimino" mercoledì 22 novembre alle 20.30 si giocherà Catania-Cosenza. La direzione della gara è stata affidata al sig. Zingarelli di Siena, che sarà assistito da Ceccon e Montanari.

CATANIA: ZE' TURBO, ROSSETTI, MANNEH E LOVRIC IN RAMPA DI LANCIO
Dopo la quarta vittoria di fila in campionato a Castellammare di Stabia contro i gialloblù padroni di casa, per 1-0 grazie alla rete di Andrea Mazzarani su punizione nel recupero, il Catania per qualche giorno non penserà al campionato e ad inseguire il Lecce bensì dovrà farsi trovare pronto per l’impegno di coppa che lo vedrà di fronte al Cosenza già incontrato e battuto in campionato (1-0 al "Marulla" alla sesta giornata, gol di Mazzarani). In Coppa Italia i rossazzurri hanno superato la fase a gironi eliminando Sicula Leonzio e Akragas inserite nel girone degli etnei che hanno vinto entrambe le gare. Contro i lentinesi al "Massimino" finì 3-2 per i padroni di casa, autori di una grande rimonta nonostante le precarie condizioni fisiche dovute alla preparazione estiva. Si giocò infatti il 13 agosto: sotto 2-0 l’elefante rimonta grazie alle reti di Curiale, Pozzebon e Russotto. L’incontro con gli agrigentini finì invece con un tennistico 6-0 per gli uomini di Lucarelli, si giocò il 29 agosto, tre giorni dopo l’inizio del campionato, sempre nello stadio di Piazza Spedini su richiesta della società biancoazzurra. Per il Catania andarono a segno Ripa con una doppietta, Correja, Rossetti, Tedeschi e Mazzarani. Domani dovremmo vedere un ampio turn over per mister Lucarelli che dovrebbe puntare sugli uomini che hanno meno minuti sulle gambe (anche se il tecnico toscano non manca di far ruotare l’undici di partenza in campionato) e su chi magari ha bisogno di riprendere confidenza col gol, Ripa su tutti.

COSENZA: ESORDIO IN COPPA ITALIA DI C
I cosentini di mister Braglia, che ha esordito in panchina con i rossoblù proprio contro gli etnei lo scorso 30 settembre, sono reduci dalla sconfitta nell’ultimo turno di campionato con il Catanzaro al "Ceravolo", 2-1 il finale con gol ospite di D’Orazio a tempo scaduto. I lupi della Sila venivano da tre risultati utili di fila, due vittorie (con Juve Stabia in casa e Akragas fuori) e un pareggio (col Fondi al "Marulla"). In virtù del settimo posto dello scorso campionato (con eliminazione ai quarti di finale dei play-off per mano del Pordenone) i calabresi in coppa esordiranno nei sedicesimi di finale e hanno già giocato una partita della Coppa Italia "maggiore" contro l’Alessandria, valida per il primo turno della competizione. Al "San Vito-Gigi Marulla" i padroni di casa sono stati eliminati dai piemontesi dopo i tempi supplementari: i tempi regolamentari si conclusero col punteggio di 1-1, nell’extra time gli ospiti la spunteranno vincendo per 3-2. Il primo gol dei silani fu un’autorete, il secondo fu ad opera di Pascali. In panchina c’era Gaetano Fontana. Per l’impegno di domani sera anche Braglia dovrebbe dar spazio a chi ha avuto poche occasioni in campionato.

GARA AD ELIMINAZIONE DIRETTA
La partita tra Catania e Cosenza sarà ad eliminazione diretta, pertanto in caso di parità si disputeranno i tempi supplementari ed eventualmente si procederà con i calci di rigore. La squadra che passerà il turno affronterà agli ottavi di finale il Trapani, che nel pomeriggio ha battuto il Siracusa ai calci di rigore.