Catania-Cavese, precedenti: quell'assurdo 1-1 di vent'anni fa...

Una formazione del Catania 1998/99

Una formazione del Catania 1998/99  Foto: CalcioCatania.com

Il racconto dei precedenti catanesi fra le due compagini. L'ultimo incrocio nella vecchia Serie C2

DUE RIGORI FALLITI
A più di vent’anni dall’ultima volta Catania e Cavese ritornano ad affrontarsi in terra catanese. Era il 4 ottobre 1998 si giocava per la quinta giornata del Girone C della ‘vecchia’ Serie C2. I rossazzurri di Piero Cucchi, reduci dalle vittorie su Turris (2-0 casalingo firmato da Passiatore e Manca) e di Benevento (1-0 al “Santa Colomba” con rete di Lugnan al 92’), avevano nel mirino il terzo successo di fila da conseguire ancora al cospetto di una formazione campana. I metelliani, ancora imbattuti (2 vittorie ed altrettanti pareggi nelle prime quattro gare), si dimostrano nell’allora “Cibali” un avversario ostico e difficile da superare. Gara a senso unico con gli etnei in vantaggio per 1-0, rete di Ciccio Passiatore al 44’ del primo tempo, ma capaci di sprecare l’inverosimile nel corso dei novanta minuti di gioco. L’elenco è abbastanza corposo: due legni e altrettanti tiri dagli undici metri con Passiatore e Pietro Tarantino, con quest’ultimo protagonista di un improbabile cucchiaio terminato comodamente fra le braccia del portiere campano Siringo, abile nel neutralizzare anche la conclusione dell’attaccante pugliese. Quando si sbaglia tanto la beffa è dietro l’angolo. Così fu anche in quel pomeriggio di ottobre di vent’anni fa, con il preciso colpo di testa di Ria a sei minuti dallo scadere. Al termine della stagione Catania promosso in C1, mentre i metelliani – a lungo nelle primissime posizioni – chiusero al settimo posto, fuori dalla griglia play-off.

Franco Gagliardi, tecnico rossazzurro nel 1997-98 



5 VITTORIE ETNEE
Il primo dei cinque successi catanesi sulla Cavese coincide con il primo storico incontro sul suolo etneo: 30 aprile 1978, uno a zero per i rossazzurri di mister Guido Mazzetti in virtù della rete di Emilio Frigerio. Il bis arriva nella stagione seguente, la 1978-79: vantaggio campano con Moscon, rimonta etnea firmata da Bertini e Labellarte. Roboante 4-1 nella Serie B 1981-82: reti di Crialesi (doppietta), Vella e Cantarutti per i siciliani, De Tommasi per gli ospiti. Doppio 2-0 nelle gare del 27 marzo 1983 (Mastalli e Barozzi) e della gara di Coppa Italia del 7 settembre 1986, con reti di Mandressi e Braglia. La quinta ed ultima affermazione catanese è datata 8 febbraio 1998, in Serie C2, con Franco Gagliardi in panchina: per gli etnei a segno Pellegrini, Piperissa e una doppietta di Luca Lugnan; di Alessandro Ambrosi, futuro rossazzurro, la rete della bandiera per i campani. L’elenco degli otto precedenti in casa catanese, privo di affermazioni della Cavese, è completato dall’1-1 del 30 settembre 1979. Al “Cibali”, nella prima giornata del campionato di Serie C1, vantaggio etneo con Damiano Morra e pari ospite in virtù di una sfortunata autorete di Giovanni Bertini. Al termine di quel campionato Catania promosso in B, Cavese salva con 5 punti di vantaggio sulla zona retrocessione.

Nel dettaglio tutti i precedenti in terra catanese:

1977-78: Catania-Pro Cavese 1-0 (Serie C)
1978-79: Catania-Pro Cavese 2-1 (Serie C)
1979-80: Catania-Cavese 1-1 (Serie C1)
1981-82: Catania-Cavese 4-1 (Serie B)
1982-83: Catania-Cavese 2-0 (Serie B)
1986-87: Catania-Cavese 2-0 (Coppa Italia)
1997-98: Catania-Cavese 4-1 (Serie C2)
1998-99: Catania-Cavese 1-1 (Serie C2)

BILANCIO
VITTORIE CATANIA: 6
VITTORIE CAVESE: -
PAREGGI: 2
RETI CATANIA: 17
RETI CAVESE: 5