Catania-Casertana, presentazione: Operazione -1

Rossazzurri sotto la curva piena di sostenitori

Rossazzurri sotto la curva piena di sostenitori  Foto: CalcioCatania.com

La gara tra siciliani e campani sarà l'ultima del 2017 allo stadio "Angelo Massimino"

ULTIMA DELL’ANNO
Eccoci giunti all’ultima gara del 2017. Il Catania chiuderà l’anno davanti al proprio pubblico, allo stadio "Angelo Massimino" sabato 30 dicembre arriverà la Casertana. Il calcio d’inizio è fissato per le 14.30, l’incontro è valido per la ventunesima giornata (seconda di ritorno) del Girone C del Campionato di Serie C. I rossazzurri, momentaneamente a -4 dalla vetta dopo il pareggio tra Trapani e Lecce, hanno l'opportunità, in caso di vittoria, di portarsi a -1 dai salentini, proprio alla vigilia dello scontro del "Via del Mare" che si disputerà subito dopo la sosta. I campani sono quintultimi con 18 punti, a pari merito della Reggina che è quartultima e a meno uno dalla Leonzio. La partita del "Massimino" sarà diretta da Camplone di Pescara con gli assistenti Rotondale e Catamo.

CATANIA: CON I CAMPANI SENZA CAPITAN BIAGIANTI
Gli etnei vengono da due successi consecutivi entrambi in trasferta: prima la vittoria sul campo del Rende (0-3) poi quella di sabato scorso al "Purificato" contro il Racing Fondi per 3-1. Il Catania per la quarta volta in questo campionato vince con tre gol fatti, delle quali la prima subendo una marcatura (ricordiamo anche i 3-0 con Francavilla fuori e con il Lecce in casa). Nell’ultimo turno sono andati a segno Fornito, alla sua prima gioia personale in questa stagione, Curiale, nono centro che gli vale la vetta della classifica marcatori in compagnia del palermitano Saraniti e Ripa, che col suo terzo gol consecutivo (dopo la doppietta a Rende) sale a quota quattro reti in campionato. Sono 33 i gol realizzati dai rossazzurri in 19 incontri, gli stessi del Trapani e uno in meno del Lecce che vanta il miglior reparto avanzato del Girone C. Con il gol subito da Pisseri a dieci minuti dal novantesimo in quel di Fondi per opera di Galasso l’elefante ha incassato la tredicesima rete, mantenendo comunque la miglior difesa del girone. Nel Lazio il Catania ha fornito un’altra prestazione da grande squadra, andando oltre le difficoltà che potevano essere legate a un avversario che nelle ultime dieci gare aveva subito una sola sconfitta o alle assenze. Invece è arrivata un’altra grande risposta e la settima vittoria in trasferta. Sabato arriverà la Casertana al "Massimino", dove i rossazzurri hanno un rendimento di 6 vittorie, 2 pareggi e una sconfitta. L’ultima gara in casa terminò 1-1 con il Matera; l’ultimo successo è del 25 novembre contro l’Akragas (2-0). Con molta probabilità in avanti verrà confermata la coppia Curiale-Ripa che nelle ultime due uscite ha mostrato un buon affiatamento, realizzando 5 reti in due partite (3 Ripa, 2 Curiale). Assente Biagianti per squalifica.

CASERTANA: AL "MASSIMINO" OUT ALFAGEME
Così come il Fondi anche la Casertana rispetto alla gara di andata con i rossazzurri ha un altro allenatore, si tratta di Luca D’Angelo, ex tecnico di Bassano, Fidelis Andria e Alessandria, che dal primo ottobre ha preso il posto di Scazzola, esonerato dopo la sconfitta a Trapani. I rossoblù in venti giornate hanno ottenuto 4 vittorie e 6 pareggi, 9 sono le sconfitte subite. Sabato hanno ritrovato la vittoria dopo cinque partite senza successi: tre pareggi (con Leonzio e Juve Stabia fuori casa e con il Rende in casa) e due sconfitte (con il Bisceglie in casa e con il Matera in trasferta). L’ultimo successo risaliva a più di un mese fa, l’undici novembre, con la Paganese (3-0) tra le mura amiche. I campani dunque sono reduci dal successo del "Pinto" contro il Catanzaro. I calabresi sono stati battuti grazie alle prime reti in campionato del centrocampista Turchetta e del difensore D’Anna. Il miglior realizzatore dei falchetti è Luis María Alfageme con 7 reti. L’attaccante italo-argentino però non sarà della partita nella sfida con i rossazzurri in quanto nell’ultima gara ha rimediato un cartellino rosso. Pertanto la Casertana avrà un’assenza pesante. I rossoblù fuori casa hanno vinto solo una volta, il 6 ottobre sul campo del Cosenza con un pesante 3-0. In gol Galli, Carriero e il solito Alfageme. Sono quattro i pareggi in trasferta (con Andria, Fondi, Leonzio e Juve Stabia), altrettante le partite perse (contro Catanzaro, Trapani, Lecce e Matera). Contro Lecce e Trapani i falchetti hanno perso entrambe le partite nel finale per 2-1: contro i salentini, nella gara del 7 novembre, furono colpiti a tre minuti dalla fine dopo aver pareggiato con Galli al’82’. Con i granata invece il gol vittoria degli avversari fu siglato al 92’. I campani avevano sbloccato l’incontro dopo tre minuti, ma furono prima acciuffati e poi superati dai siciliani.

LE PILLOLE DEL PRE-PARTITA
La partita di andata tra Catania e Casertana si gioco al "Pinto" di Caserta lo scorso 2 settembre. Si giocava per la seconda giornata del Girone C della Serie C. I padroni di casa conquistarono i tre punti grazie alla rete di De Marco a dodici minuti dal termine del match. Fu la prima delle quattro sconfitte in campionato per i rossazzurri, nonché la prima delle 3 fuori casa. Nella gara del "Massimino" della scorsa stagione finì sempre 1-0. A gioire allora furono i rossazzurri che andarono a segno con Andrea Mazzarani. Si giocava per l’ultima di andata, era il 17 dicembre 2016.