Catania-Bisceglie 3-0: Sarao, Calapai e Priola (aut) proiettano gli etnei al 5° posto

Sarao, autore della prima rete, festeggiato dai compagni

Sarao, autore della prima rete, festeggiato dai compagni  Foto: CalcioCatania.com

Il racconto della gara fra etnei e pugliesi. Calcio d'inizio alle ore 18.00

TABELLINO
RETI: pt, 4' Sarao, 42' Calapai, st, 36' Priola (aut)

CATANIA (3-5-2): Confente; Silvestri, Claiton, Zanchi (39' st Noce); Calapai, Welbeck, Maldonado (26' st Albertini), Biondi, Pinto (39' st Manneh); Pecorino (39' st Piovanello), Sarao (26' st Reginaldo). A disp.: Santurro, Della Valle, Panebianco, Emmausso, Vrikkis. All: Raffaele (squalificato), in panchina Cristaldi

BISCEGLIE (4-3-3): Russo; De Marino (1' st, Pelliccia) Vona, Priola, Giron; Maimone (39' st Casella), Cittadino (14' st Makota) , Ferrante (1' st Cigliano); Mansour, Musso, Padulano (1' st Sartore). A disp.: Sapri, Spurio, Vona, Tarantino, Zagaria, Ferrante, Lauria, Csedlla, Vitale. All: Bucaro

ARBITRO: Andrea Bordin di Bassano del Grappa

ASSISTENTI: Fabrizio Giorgi di Legnano e Veronica Martinelli di Seregno

IV UFFICIALE: Antonino Costanza di Agrigento

AMMONITI: Musso (B), Maldonado e Albertini (C)

ESPULSI: Bucaro e Musso (B)

RECUPERO: 0' pt e 5' st

INDISPONIBILI: Martienz, Tonucci, Pellegrini, Izco, Dall'Oglio, Rosaia, Gatto e Piccolo;

DIFFIDATI: Maldonado

SQUALIFICATI: Raffaele (2)

CALCIO D'INIZIO ALLE 18.00
Reduce dalla bella e meritata vittoria di Avellino, che ha portato a tre la serie utile degli etnei, il Catania di mister Raffaele (alla terza delle quattro giornate di squalifica) ospita allo stadio "Angelino Nobile" di Lentini il Bisceglie, nel recupero valido per la decima giornata. I pugliesi, quint'ultimi della classe con 9 punti (conseguiti in altrettante giornate), arrivano in Sicilia da un triplo 1-1 (con Paganese, Monopoli e Potenza) e con la terza retroguardia meno perforata del girone, dietro solo a Ternana e Teramo. Calcio d'inizio alle ore 18.00.

DIREZIONE DI GARA
Direzione di gara affidata al signor Andrea Bordin di Bassano del Grappa. Il fischietto veneto sarà coadiuvato dagli assistenti Fabrizio Giorgi di Legnano e Veronica Martinelli di Seregno; quarto ufficiale il signor Antonino Costanza di Agrigento. Per Bordin si tratta della prima direzione con il Catania.

CRONACA
Primo tempo Maglia tradizionale a strisce rossazzurre per gli etnei, completo giallo per gli ospiti. Subito all'attacco i catanesi, al 4' minuto già in vantaggio: il corner di Maldonado trova l'inzuccata vincente di Sarao, 1-0 per l'undici guidato da Cristaldi. Gli ospiti iniziano a macinare gioco ma il Catania para bene i colpi rilanciando con continuità grazie alle sgroppate di Calapai e Pinto. Per gli ospiti ci provano Maimone, deviato in angolo, Ferrante (che lamenta un braccio di Silvestri in area) e Musso al volo, cui si oppone l'attento Confente. Al 35' bella spinta in avanti di Welbeck che vede Sarao, ma il traversone dell'attaccante non trova un compagno pronto. Ci prova il Catania a ripartire, ma invano, perdendo il bandolo della matassa; il Bisceglie costruisce senza esito. 42, GOOOOLLL, raddoppio rossazzurro: parte Sarao, che allarga su Maldonado, palla al bacio per Calapai che con un bel diagonale realizza la prima rete stagionale personale. Allo scoccare del 45' il signor Bordin manda i giocatori negli spogliatoi.
Secondo tempo Triplo cambio per gli ospiti, tutti confermati i rossazzurri. 3', Maldonado provvidenzialmente sulla conclusione del subentrato Sartore. Espulso Bucaro. Al 7' grande momento dei catanesi, prima viene annullata la rete di Sarao in offside al momento del passaggio di Silvestri, poi sul cross teso di Calapai, il colpo di testa in tuffo di Biondi viene deviato da Russo che si esalta negando la rete al rossazzurro. Ancora etnei in spolvero all'11', il gran tiro di Pecorino dal limite dell'area sfiora il sette della porta avversaria. 57', Musso atterra Zanchi e rimedia il secondo giallo e dunque il rosso, Bisceglie in dieci, Musso raggiunge il proprio tecnico negli spogliatoi. La panchina ospite aggiusta subito la formazione richiamando Cittadino per Makota, optando per il 4-4-1. Ammonito Maldonado, il regista catanese salterà la prossima gara. Al ventesimo Sarao in ritardo con l'appuntamento con la doppietta, non sfrutta il cross tagliato dalla sinistra, Entrano Albertini e Reginaldo per Maldonado e Sarao, difesa rossazzurra a quattro. Fanno a sportellate Pecorino e Priola, il capitano ospite ha la peggio e devono intervenire i medici. GOOOLLLL, terza rete del Catania: ancora negata la gioia del gol a Biondi che colpisce di testa in tuffo, trovando l'ennesima miracolosa parata di Russo, poi ancora tiro del catanese ma la palla carambola su Priola e finisce in rete. Quattro sostituzioni effettuate, tre per i padroni di casa e una per la squadra ospite. Mister Cristaldi manda in campo Noce, Piovanello e Manneh per Zanchi, Pecorino e Pinto; per i nerazzurri dentro Casella per Maimone. Finisce con in risultato di 3-0 dopo cinque minuti di recupero. Catania che scala la classifica fino al 5* posto in coabitazione col Catanzaro a 19 punti, in attesa della gara casalinga contro la Cavese.