Casertana-Catania, precedenti: Elefante a caccia della prima vittoria al "Pinto"

Davis Curiale in azione al

Davis Curiale in azione al "Pinto" di Caserta nella scorsa stagione  Foto: CalcioCatania.com

Bilancio assai negativo per gli etnei in casa dei falchetti di Caserta: l'ultima rete etnea è stata segnata nel 1996/97 in C2

Un tabù da sfatare
In questi lunghi anni di Serie C il Catania ha riscoperto campi calpestati in un passato assai distante. Campi di provincia, talvolta mai visti prima (vedi Martina Franca, Fondi o Vibo Valentia), che hanno riservato anche delle cocenti delusioni. Altre volte, invece, sono arrivate gioie mai provate prima, come il successo di Pagani, ed altre che non arrivavano da anni e anni, come quelle in casa di Matera e Juve Stabia.

In questi lunghi anni di Serie C, però, c’è un campo che ha confermato di essere ostile ai colori rossazzurri. Un muro invalicabile che si erige possente nella città della Reggia dei Borboni. Nelle ultime tre esibizioni allo stadio “Alberto Pinto” di Caserta l’Elefante è riuscito a portar a casa appena un punto. Uno zero a zero striminzito, colto il 7 maggio del 2017, utilissimo alle due compagini per accedere aritmeticamente ai play-off promozione. Prima e dopo solo delusioni: sconfitta per 2-0 il 19 ottobre 2015, con reti di Alfageme e Mancosu, 1-0 nella scorsa stagione, con rete in ‘condominio’ tra De Rose e De Marco… Entrambe le sconfitte rappresentarono il primo stop in campionato sia per Pippo Pancaro sia per Cristiano Lucarelli.

Pozzebon sfiora il gol nel match del maggio 2017 



Un punto in tre gare, con altrettanti gol subiti e nessuno segnato. Uno zero fastidiosissimo - così come il numero delle affermazioni catanesi in casa dei falchetti - che prolunga un digiuno di reti ormai lungo quasi 22 anni. l’ultima rete segnata dal Catania in casa dei falchetti, infatti, è datata 8 dicembre 1996. A realizzarla, dopo appena otto minuti di gioco, l’attaccante Tiziano D’Isidoro. Vantaggio effimero per gli uomini di Gianni Mei, interrotto al minuto 31 dalla rete di Sparacio per l’1-1 finale.

Prima di quella gara di oltre vent’anni fa, l’unica disputata in Serie C2, si segnalano altri quattro pareggi, tutti per 0-0, rispettivamente nel 1970-71 (in Coppa Italia), 1974/75, 1990/91 e 1992/93, e tre successi consecutivi per i falchetti: 1-0 nel 1987/88 (D’Ottavio su rigore al 90’) e nel 1988/89 (rete di Clementi), 3-1 nel 1989-90 con reti di Serra, Campilongo e Solfrini per i campani, autorete del casertano Marchetti per il punto del momentaneo 1-1.

Ricapitolando: in undici gare a Caserta, cinque vittorie per i padroni di casa, sei pareggi, nessuna affermazione per i rossazzurri; nove reti segnate dai falchetti, appena due per l’Elefante. Numeri da mal di testa, da non dormirci la notte, resi ancor più fastidiosi se si considera il bilancio completo delle ultime tre annate: 4 vittorie per la Casertana (due delle quali al Massimino, 1-0 nel 2015/16 e 2-1 nella scorsa stagione), un pareggio e un successo per il Catania nel match del 17 dicembre 2016 firmato da una rete di Andrea Mazzarani.

Catania 1996/97: Tiziano D'Isidoro, il primo da dx verso sx tra gli accosciati, l'ultimo etneo ad andare a segno al Pinto 



Di seguito il quadro completo dei precedenti in terra campana tra i due club:

1970-71: Casertana-Catania 0-0 (Coppa Italia)
1974-75: Casertana-Catania 0-0 (Serie C)
1987-88: Casertana-Catania 1-0 (Serie C1)
1988-89: Casertana-Catania 1-0 (Serie C1)
1989-90: Casertana-Catania 3-1 (Serie C1)
1990-91: Casertana-Catania 0-0 (Serie C1)
1992-93: Casertana-Catania 0-0 (Serie C1)
1996-97: Casertana-Catania 1-1 (Serie C2)
2015-16: Casertana-Catania 2-0 (Lega Pro)
2016-17: Casertana-Catania 0-0 (Lega Pro)
2017-18: Casertana-Catania 1-0 (Serie C)

Bilancio complessivo dal 1946 ad oggi
VITTORIE CASERTANA: 5 (tutte in terza serie)

VITTORIE CATANIA: -

PAREGGI: 6 (4 in C1, uno in C2 e uno in Coppa Italia)

GOL CASERTANA: 9

GOL CATANIA: 2