CONI: il 21 settembre l'udienza sui ricorsi per il format Serie B

  Foto: Flickr.com

Venerdì 21 settembre l'attesa udienza sul format della Serie B; lunedì 24 quella (eventuale) sulle sentenze pro-Novara e Catania.

Dalle parole ai fatti. Dopo il tweet di questa mattina di Franco Frattini, presidente del Collegio di Garanzia del Coni, che ha impresso una decisa accelerazione alla lunghissima ed estenuante querelle del format della Serie B 2018/19, nel tardo pomeriggio di oggi è arrivata l’attesissima data che potrebbe sancire la fine di questa sgorbia storia. Venerdì 21 settembre, alle ore 14:30, dinnanzi alla Prima Sezione, si terrà l’udienza nella quale verranno esaminati i ricorsi presentati da Ternana e Pro Vercelli in relazione alle delibere della FIGC dello scorso 13 agosto che hanno modificato il format della cadetteria, riducendolo da 22 a 19 squadre. In caso di accoglimento da parte del Collegio di Garanzia del CONI verrebbe ripristinata la Serie B a 22 squadre.

Di seguito la comunicazione emessa dal presidente del Collegio di Garanzia del Coni Franco Frattini:

"Considerato il decreto cautelare prot. n. 5411 del 14 settembre 2018, assunto dal Presidente della Sezione Prima - ter del TAR Lazio, con il quale è stata sospesa l’efficacia della decisione del Collegio di Garanzia dello Sport n. 676/2018 dell’11 settembre 2018;

considerato che il Tar Lazio ha disposto, in ragione del danno rappresentato, connesso all’avvio del Campionato di Lega Pro, che abbia luogo il riesame, da parte del Collegio di Garanzia dello Sport, dei giudizi iscritti al R.G. ricorsi 73-2018 (Ternana/LNPB), 74-2018 (Pro Vercelli/LNPB), 75-2018 (Ternana/FIGC) e 76-2018 (Pro Vercelli/FIGC), relativi al format della Serie B, in tempo utile ai fini del possibile ed eventuale ripescaggio delle società interessate;

valutata, pertanto, la necessità, in ottemperanza a quanto disposto dal Presidente del Tar Lazio, sez. Prima - ter, di riassumere e riesaminare senza indugio i giudizi iscritti al R.G. ricorsi 73-2018 (Ternana/LNPB), 74-2018 (Pro Vercelli/LNPB), 75-2018 (Ternana/FIGC) e 76-2018 (Pro Vercelli/FIGC), relativi al format della Serie B, nonché, in subordine, quelli iscritti al R.G. ricorsi n. 69-2018 (Ternana/FIGC), 70-2018 (Pro Vercelli/FIGC) e 71-2018 (Siena/FIGC), nell’eventualità in cui il Collegio dovesse assumere una decisione tale da determinarne la relativa reviviscenza;

ritenuto opportuno, in considerazione della straordinaria urgenza delle questioni, connesse all’avvio del Campionato di Lega Pro ed alla regolare prosecuzione di quello di Serie B, ed al fine di poter convocare una udienza ad hoc della Prima Sezione, acquisire preliminarmente la rinuncia ai termini da tutte le parti in causa;

considerato che, in mancanza, si provvederà comunque all’abbreviazione d’ufficio dei termini medesimi;

ritenuto, altresì, che, in considerazione della necessità che il Collegio giudichi in diversa composizione nella totalità dei propri membri, debba essere designato un Presidente secondo quanto disposto dall’art. 2, comma 4, del Regolamento di organizzazione e funzionamento del Collegio, che prevede un criterio fondato sull’anzianità;

dispone la fissazione, dinanzi alla Prima Sezione, dell’udienza del 21 settembre 2018, alle ore 14.30, per la riassunzione ed il riesame dei giudizi iscritti al R.G. ricorsi 73-2018 (Ternana/LNPB), 74-2018 (Pro Vercelli/LNPB), 75-2018 (Ternana/FIGC) e 76-2018 (Pro Vercelli/FIGC), relativi al format della Serie B;

dell’udienza, del 24 settembre 2018, alle ore 14.00, sempre dinanzi alla Prima Sezione, per il riesame dei giudizi iscritti al R.G. ricorsi n. 69-2018 (Ternana/FIGC), 70-2018 (Pro Vercelli/FIGC) e 71-2018 (Siena/FIGC), nell’eventualità in cui il Collegio dovesse assumere una decisione tale da determinarne la relativa reviviscenza".