CATANIA: aprite la gabbia, l'Elefante vuole pRENDErsi la B

Un Catania festante dopo il successo in coppa contro il Verona al

Un Catania festante dopo il successo in coppa contro il Verona al "Massimino"  Foto: CalcioCatania.com

La presentazione della sfida del "Lorenzon", tra calabresi e siciliani, che si disputerà sabato 29 settembre alle 16.30

ESORDIO ROSSAZZURRO
Finalmente si gioca, o almeno così sembrerebbe. Dopo un’estate di tribolazioni, illusioni (festeggiamenti rivelatisi inutili) e "magie" (queste ultime da parte di Lega B, Figc e compagnia bella), i tifosi rossazzurri possono far tornare a battere i loro cuori per la loro tanto amata squadra. Il Catania di Andrea Sottil - a meno di possibili colpi di scena dell'utlimo minuto generati dallo slittamento della sentenza del TFN alla prossima settimana, che potrebbe innescare il rinvio della gara - esordirà nel Campionato di Serie C partendo dalla quarta giornata. Appuntamento fissato per le ore 16:30 di sabato 29 settembre allo stadio "Marco Lorenzon" di Rende contro i biancorossi padroni di casa. L’incontro sarà diretto da Valerio Maranesi, con gli assistenti Spiniello e Niedda.

RENDE: LA CAPOLISTA ECCOLA QUA
La squadra di mister Francesco Modesto, ex calciatore di Palermo, Reggina e Parma alla sua prima panchina tra i professionisti, è a punteggio pieno dopo le prime tre gare di campionato e si trova in vetta alla classifica del Girone C in compagnia del Trapani. All’esordio in campionato è arrivato l’exploit in quel di Pagani: 4-1 alla Paganese, a segno sono andati Franco, Awa e Rossini con una doppietta; in seguito i successi di misura (1-0) contro Catanzaro in casa e Monopoli, nell’ultimo turno, in trasferta, rispettivamente alla seconda e alla terza giornata. I match winner sono stati Gigliotti contro i "cugini" giallorossi e Rossini contro i pugliesi. Modesto predilige il modulo 3-4-3 con Savelloni in porta, Germinio, Minelli e Sabato i tre centali, a centrocampo Blaze, Franco, Awua, Godano (Viteritti), tridente composto prevalentemente da Vivacqua, Rossini e Giannotti, con le alternative Gigliotti e Gustavo Actis Goretta.

CATANIA: IN CAMPO DOPO QUASI DUE MESI
Gli etnei sabato a Rende giocheranno una gara ufficiale, la prima in campionato, dopo ben 48 giorni dall’ultima volta. Lo scorso 12 agosto, infatti, gli uomini di Sottil scesero in campo al "Massimino" contro il Verona, nella partita del terzo turno della Coppa Italia, vincendo per due reti a zero, entrambe messe a segno nel primo tempo e che portavano le firme di Silvestri e Marotta, due dei diversi volti nuovi arrivati per questa nuova stagione ai piedi dell’Etna. Nei due turni precedenti l’elefante aveva eliminato il Como (nel primo match della competizione), sempre in casa, con un rotondo 3-0 in virtù delle reti di Lodi, Rossetti (oggi alla Sicula Leonzio) e Curiale, e il Foggia a domicilio con il punteggio di 3-1. Allo "Zaccheria" vi fu una doppietta del giovane Rossetti e il gol di "Ciccio" Lodi. La società di Via Magenta, dopo le varie battaglie legali per ottenere il ripescaggio in cadetteria, riparte con la consapevolezza di aver costruito una squadra che, in caso di permanenza in terza serie come poi è stato, avrebbe lottato per la conquista della B diretta. A Catania sono arrivati Marotta, Angiulli, Silvestri, Llama, Calapai, Scaglia; sono stati ceduti Bogdan, Blondett, Ripa, Semenzato. Per la gara contro i rennitani Sottil dovrà fare meno dello squalificato Marotta e dell’infortunato Llama.

17/12/2017, RENDE-CATANIA 0-3
Poco meno di un anno fa, il 17 dicembre del 2017, gli etnei sbancarono il "Lorenzon" battendo con un rotondo 3-0 il Rende allora allenato da Bruno Trocini, nell’ultima giornata del girone d’andata. Una doppietta di Ripa (un gol dal dischetto) e una rete di Curiale regalarono agli uomini di Lucarelli un successo importante in ottica dell’inseguimento della capolista Lecce.
Sabato il Catania dovrà mettercela tutta per conquistare i primi tre punti in campionato. Tifosi e società, dopo le delusioni della scorsa stagione con il mancato salto di categoria e dell’estate col mancato ripescaggio, desiderano riconquistare la B con un bel primo posto. La squadra dunque è chiamata a partire subito forte, anche in conseguenza del fatto che a breve i rossazzurri dovrebbero giocare ogni tre giorni: ci sono da recuperare le gare con Monopoli, Siracusa e Matera e in più si dovranno disputare due gare di Coppa Italia. Stringere i denti e non mollare. . .mai. Dai Catania!