Akragas-Catania, presentazione: Avanti in coppa!

La grinta del mister Cristiano Lucarelli

La grinta del mister Cristiano Lucarelli  Fonte: CalcioCatania.com

Per i rossazzurri due risultati su tre

SI GIOCA AL “MASSIMINO”
Domani, martedì 29 agosto, ci sarà il terzo e ultimo incontro del Girone “L” della Coppa Italia di Serie C. In campo Akragas e Catania. La gara come da calendario doveva disputarsi allo stadio “Esseneto” di Agrigento, ma su richiesta della società akragantina il campo di gioco è stato invertito, come accaduto in occasione di Sicula Leonzio-Akragas che si è disputata in casa dei biancoazzurri, pertanto domani si giocherà sul terreno di gioco dell’ “Angelo Massimino”. Il calcio d’inizio è fissato per le 20.30. Arbitrerà il signor Marchetti della sezione di Ostia Lido, con lui ci saranno gli assistenti Rabotti e Donato.

QUI AKRAGAS: REAGIRE A DUE SCONFITTE
Reduci dalla sconfitta di Matera gli uomini di Raffaele Di Napoli cercano un pronto riscatto nel derby siciliano con il Catania. La squadra della città dei templi è reduce da due battute d’arresto di fila in altrettante partite ufficiali. La prima sconfitta risale allo scorso 20 agosto, nella seconda giornata di Coppa Italia contro la Siculo Leonzio: all’ “Esseneto” i bianconeri si sono imposti con il punteggio di 3-1, in gol è andato Longo su calcio di rigore pareggiando la rete dell’ex rossazzurro Diogo Tavares; poi Camilleri e Arcidiacono hanno chiuso il match. Domenica, dunque, sconfitta di misura nella città dei sassi per la prima gara di campionato: una partita dominata dai padroni di casa in cui gli ospiti hanno creato poco e niente dando comunque del filo da torcere a una delle contendenti alla promozione diretta tra i cadetti.
Anche nei gironi di Coppa Italia di Lega Pro della scorsa stagione il calendario mise di fronte Catania e Akragas: al “Massimino” i biancoazzurri uscirono sconfitti per 2-0, dalle reti di Calil e Paolucci.

QUI CATANIA: LUCARELLI TIENE ALLA COPPA
Il pareggio di sabato con il Racing Fondi ha lasciato del rammarico nella squadra e nei tifosi dell’elefante: tantissime le occasioni create con altrettanti tiri in porta, un solo gol e risultato finale di parità. Ma come ha dichiarato mister Lucarelli nel post partita, in occasione della prima di campionato il Catania è apparso squadra, combattendo fino alla fine e questo lo si è gradito anche dagli spalti. La prestazione dei rossazzurri fa davvero ben sperare per il futuro, se sarà quello visto col Fondi l’atteggiamento combattivo e il modo di giocare all’attacco i risultati non tarderanno ad arrivare. Di certo in una squadra allenata dal tecnico livornese non può mancare il carattere e quello lo si è subito visto sin dalla prima uscita, nella prima giornata di coppa con la Sicula Leonzio. Quei 3 gol in otto minuti, a firma di Curiale, Pozzebon e Russotto, hanno impreziosito una prestazione che fino a prima del gol dell’1-2 era deludente. Ecco perché bisogna aver fiducia nella nuova guida e anche nei nuovi arrivi, che insieme ai “vecchi” formano quel mix che finalmente può regalare le meritate soddisfazioni ai sostenitori etnei, mai domi e mai stanchi di manifestare il proprio supporto. Siamo solo a inizio stagione e ancora c’è tanto da lavorare e da correggere, ma i presupposti lasciano sereni.
Ecco cosa ha dichiarato il mister rossazzurro in merito alla sfida con gli agrigentini: «Con l’Akragas è il nostro primo mini obiettivo della stagione. Per me la Coppa Italia non è un fastidio, io voglio andare avanti. Martedì utilizzerò quelli che oggi (sabato, ndr) non hanno giocato, perché a me piace la coerenza e io ho detto che abbiamo 22 titolari». Più chiaro di così. . .

CHI PASSA IL TURNO
La situazione del Girone "L" vede appaiate in testa Catania e Sicula Leonzio con 3 punti, segue l’Akragas a 0. Al Catania basta un punto per passare il turno, in caso di sconfitta invece sarebbe fuori a causa della differenza reti, in quanto al momento i rossazzurri e i bianconeri sono a +1. Critica la situazione per i “Giganti”, con una differenza reti di -2 per passare dovrebbero vincere con 3 gol di scarto ma un 3-0 non basterebbe perché dovrebbero superare i lentinesi nel computo dei gol fatti.
Anche per quest’anno la vincitrice della Coppa Italia di Serie C avrà di diritto un posto nei play off, un motivo in più per non snobbare la competizione.