#70CATANIA: "abbiaci u cincu"!

Ciccio Lodi sigla dal dischetto il definitivo 5-2 alla Paganese

Ciccio Lodi sigla dal dischetto il definitivo 5-2 alla Paganese  Foto: Nino Russo

Il recente 5-2 a Pagani ha riportato a galla tutte le cinquine rossazzurre, dal 1946 al match del Marcello Torre...

GIMME FIVE
Per chi gioca al lotto, che sia un assiduo ed incallito scommettitore od innocuo occasionale giocatore, la cinquina su ruota fissa è pressoché un sogno irrealizzabile. Nel calcio, a meno che tu non ti chiami Real Madrid o Barcellona o giù di lì, è un’impresa altrettanto ardua da realizzare. Accade però, talvolta, che il Catania - la cui storia è segnata da diverse manite subite, in primis le dolorose palermitane (nell’ordine 5-1, 5-0 e 5-3 rispettivamente nel 2000-01, 2003-04 e 2006-07) – decida di diventare carnefice e di esagerare. Dammi il cinque? No, è più corretto scandire abbiaci u cincu!


23 VOLTE
Nel corso della storia dell’Elefante, partendo dall’anno di grazia 1946, i rossazzurri hanno chiuso una gara con cinque reti in ventitré occasioni, due delle quali in campo avverso: nel 1994-95 in quel di Comiso (5-0 bissato anche nella gara di ritorno) nel match valevole per il Campionato Nazionale Dilettanti e nella gara di Pagani dello scorso 7 novembre. Proprio il 5-2 rifilato agli azzurrostellati al “Marcello Torre” assume un significato storico assai rilevante. Numeri alla mano, infatti, si tratta della prima cinquina esterna degli etnei a livello professionistico. In verità, se proprio vogliamo essere fiscali, gli etnei avevano sfatato questo tabù nella gara di Coppa Italia contro l’Akragas dello scorso 29 agosto (0-6 per i rossazzurri), partita disputata al “Massimino” con gli akragantini nelle insolite vesti di “padroni di casa” per via dell’indisponibilità dell’“Esseneto”. Il lungo romanzo delle “manite” è iniziato il 28 dicembre del 1947 con il 5-0 alla Notinese. Sempre nella stessa stagione, conclusa con il primo posto in Serie C, arrivarono il 5-2 al Termini e il 5-0 al Canicattì. Nel 1949-50 l’asticella si alza con la prima cinquina in cadetteria: 5-0 al Fanfulla. Il momento più alto, però, arriva il 3 ottobre 1954: altro pokerissimo all’Udinese, con reti di Bassetti, Spikowski e una tripletta di Ghiandi, che valse la prima vittoria dei rossazzurri in Serie A. Altra manita in massima serie è il 5-3 al Genoa del 1963-64 con Fanello e Danova (una doppietta ciascuno) mattatori. Triplo 5-1 a Bari, Cynthia Genzano e Latina, rispettivamente nel 1967-68, 1974-75 e 1978-79. Negli anni ottanta ecco un doppio 5-0: al Teramo nella stagione 1979-80, conclusa con la promozione in B, e alla Salernitana nell’anonimo campionato di terza serie 1988-89. Doppio 5-1 nella Serie C1 edizione 1992-93: altre due campane a farne le spese, l’Avellino prima (il 30 agosto 1992) e il Nola poi (il 18 ottobre). Nel periodo dell’Eccellenza spiccano i due 5-1 rifilati al Lipari dell’ex tarantino Christian Riganò, tra l’altro a segno in quella gara, e al Taormina nel match del 25 aprile 1994. Nel 1998-99, anno concluso con la promozione in C1, roboante 5-2 al Frosinone con quaterna di Ciccio Passiatore. Nella stagione seguente l’ultimo 5-0 rifilato dai rossazzurri ad oggi: La Cava (doppietta), Napolioni, D’Angelo e Matzuzzi e Marsala bevuto tutto d’un fiato. Nel periodo “gaucciano” l’unica cinquina – che coincide con la prima vittoria in campionato – è quella servita nel pantano del “Pian del Lago” di Caltanissetta alla Fermana. Altro unicum è il 5-1 al Brescia nella gara di Coppa Italia del 2010-11: doppietta di Maxi Lopez, reti di Martinho, Pesce e Antenucci. Infine, prima del 5-2 di Pagani, il 5-1 rifilato alla Virtus Entella nella Serie B 2014-15 con reti tutte sudamericane: gli argentini Escalante, Rinaudo e Sauro, i brasiliani Martinho e Marcelinho.

Il gol di Gaston Sauro nel 5-1 alla Virtus Entella 



OVER FIVE
Oltre al già citato 6-0 inflitto all’Akragas qualche mese fa, gli almanacchi ricordano altre goleade dei rossazzurri. Nella stagione 1946-47, la prima del Calcio Catania ’46, gli etnei regolarono i “cugini” del Comunale Siracusa con un doppio 6-1, in Serie C e in Coppa L.I.S. Stesso risultato qualche stagione più tardi, la 1948-49, al Crotone con doppiette di Fusco e Prevosti. Altro risultato tennistico nella stagione 1974-75, conclusa con la promozione in B: 6-0 all’Acireale con doppiette di Spagnolo e Ciceri e gol di Biondi e Malaman. Negli anni polverosi del dilettantismo spiccano due punteggi fragorosi, entrambi risalenti al campionato di Eccellenza Siciliana del 1993-94: 6-1 al Rosolini e, soprattutto, il clamoroso 8-0 al Pachino (tripletta di Mariano, doppietta di Belnome,una rete a testa per Biondelli, Visca e Binda) la vittoria più larga conseguita dal Catania nel secondo dopo guerra.

Nel dettaglio tutte le cinquine rossazzurre dal 1946:
1947-48: Catania-Notinese 5-0 (Serie C)
1947-48: Catania-Termini 5-2 (Serie C)
1947-48; Catania-Canicattì 5-0 (Serie C)
1949-50: Catania-Fanfulla 5-0 (Serie B)
1954-55: Catania-Udinese 5-0 (Serie A)
1963-64: Catania-Genoa 5-3 (Serie A)
1967-68: Catania-Bari 5-1 (Serie B)
1974-75: Catania-Cynthia Genzano 5-1 (Serie C)
1978-79: Catania-Latina 5-1 (Serie C1)
1979-80: Catania-Teramo 5-0 (Serie C1)
1988-89: Catania-Salernitana 5-0 (Serie C1)
1992-93: Catania-Avellino 5-1 (Serie C1)
1992-93: Catania-Nola 5-1 (Serie C1)
1993-94: Catania-Lipari 5-1 (Eccellenza)
1993-94: Catania-Taormina 5-1 (Eccellenza)
1994-95: Comiso-Catania 0-5 (CND)
1994-95: Catania-Comiso 5-0 (CND)
1998-99: Catania-Frosinone 5-2 (Serie C2)
1999-00: Catania-Marsala 5-0 (Serie C1)
2000-01: Catania-Fermana 5-2 (Serie C1)
2010-11: Catania-Brescia 5-1 (Coppa Italia)
2014-15: Catania-Virtus Entella 5-1 (Serie B)
2017-18: Paganese-Catania 2-5 (Serie C)

Ai fini della ricerca storica è stato fondamentale l'utilizzo del volume "Tutto il Catania minuto per minuto", libro "sacro" della storia rossazzurra.