Buon compleanno, Calcio Catania!

Massimino, il

Massimino, il "presidentissimo", guida la classifica di longevità al timone del club.  Foto: CalcioCatania.com

Ricorre oggi il 68° anniversario della fondazione del sodalizio etneo: lo "festeggiamo" con una carrellata di statistiche.

Tutto cominciò da una fusione nel dopoguerra...
Ricorre oggi il 68° anniversario della nascita del Calcio Catania, fondato il 24 Settembre 1946 grazie alla fusione tra la Virtus Catania e la Catanese Elefante, le due squadre cittadine iscritte al campionato di Serie C della stagione precedente. Fu Santi Manganaro-Passanisi, già presidente della Catanese Elefante, ad assumere la prestigiosa carica di primo presidente della storia rossazzurra.

La Serie B il campionato più frequentato, parentesi dilettantistica di 2 anni
Da allora fino ad oggi, il sodalizio etneo ha vissuto una storia vibrante e altalenante, con la Serie B come categoria più frequentata con 30 partecipazioni. A seguire la Serie A con 17 (la prima nel 1954/55, l'ultima lo scorso anno), 16 in terza serie (5 nella vecchia Serie C, 11 in Serie C1, "abbandonata" al termine della stagione 2001/02), 4 in Serie C2, e 2 nei campionati dilettantistici, salutati nel 1995 (una nel vecchio C.N.D. ed una in Eccellenza, nella storica stagione 1993/94).

Il "Cavaliere" in testa alla classifica degli anni di presidenza
Angelo Massimino, a cui non a caso è intitolato lo Stadio Cibali, è il presidente più longevo con 22 anni di presidenza: "esordio" nel 1969, gli intermezzi di Coco prima e di Attaguile poi seguiti da altrettanti ritorni, fino al tragico addio nel 1996. In questa speciale classifica seguono a quota 11 l'attuale patron Pulvirenti e lo storico commissario straordinario degli anni '60 Ignazio Marcoccio.

In panchina Di Bella stakanovista, più di 10 i condottieri delle varie promozioni
E' invece "Don Carmelo" Di Bella il recordman di stagioni vissute in panchina alle falde dell'Etna, ben 11. Chiamati a più riprese in cinque differenti stagioni Rubino (artefice di due promozioni, una dalla B alla A e l'altra dalla C alla B) e altri due allenatori, Mazzetti e Rambone, che a differenza del primo non hanno lasciato il segno. Meno longevi ma più saldi nel cuore dei tifosi i vari Banas, Andreoli, De Petrillo, Di Marzio, Busetta, Cucchi, la coppia Pellegrino-Graziani, Marino, tutti protagonisti di promozioni in serie superiori. Senza dimenticare Maran, allenatore della stagione del record di punti in Serie A (2012/13).

Morra il più presente, Izco il recordman in Serie A
L'italo-argentino Damiano Morra, protagonista di 9 anni di Catania dalla Serie C del 1975 fino alla Serie A del 1984, è in testa alla classifica "all time" di presenze in maglia rossazzurra: 281 gettoni per lui. A seguire il portiere Rino Rado, con 240 presenze collezionate tra il 1966 e il 1973. Chiude il podio Peppe Mascara con 235 presenze in campo tra il 2003 e il gennaio 2011. La scorsa stagione Mariano Izco ha sfiorato l'aggancio a "Mascarinho" fermandosi a quota 234. Aggancio poi sfumato con il trasferimento estivo al Chievo. Di queste 234 presenze, comunque, le 218 collezionate in Serie A regalano all'ex capitano etneo la palma di giocatore del Catania con più gettoni in massima serie.

"Bomber": guida Mascara su Spinesi e Prenna, ma in A il record è di Bergessio
Per quanto concerne i gol, è Giuseppe Mascara a guidare la classifica dei bomber rossazzurri di tutti i tempi con 60 reti tra campionato e Coppa Italia. A seguire colui che fu a lungo suo compagno di reparto in attacco, Gionatha Spinesi, con 49 gol, e al terzo posto a quota 48 il bomber degli anni '60 Adelmo Prenna. Giù dal podio per un solo gol l'italo-tedesco Guido Klein, fermo a 47, in forza al Catania durante gli anni '50. In Serie A il recordman assoluto è Gonzalo Bergessio, che la scorsa stagione, raggiungendo quota 35 gol, ha scavalcato sia Mascara (31) che Prenna (29).